21° puntata: Giustino Danesi, la conoscenza del corpo e Shawn Kemp

109

Il mercoledì alle 13 è il momento di Backdoor Podcast e anche questa settimana vi guidiamo all’interno di una nuova storia legata alla pallacanestro direttamente raccontato dal nostro ospite.

In questa puntata abbiamo avuto con noi Giustino Danesi, preparatore atletico dell’Olimpia Milano.
Siamo partiti dagli albori della sua carriera quando decise d’intraprendere la vita da sportivo in luogo di quella da avvocato, perseguendo e facendo diventare la sua passione una vera professione. In uno dei suoi primi anni ci racconta anche un divertente aneddoto riguardante un integratore fatto in casa con mezzi di fortuna che serviva per restituire le forze perse dai suoi giocatori.
Poi arriva la chiamata di Livorno, quella di Montegranaro dove ha la possibilità anche di allenare lo Shawn Kemp di fine carriera descrivendolo con grande tenerezza, per poi approdare a Siena dove al suo primo anno centra le Final Four e trova i due professionisti che più di tutti ritiene meticolosi nella cura del corpo e degli allenamenti.
Con l’arrivo a Milano spera di ritrovare le Final Four perse per un soffio contro il Maccabi, ma racconta anche che durante tutta la sua carriera da preparatore sono molti i giocatori incontrati non perfettamente consapevoli del proprio corpo, con una chiara spiegazione riguardo al basket giovanile.
Segui Backdoor Podcast su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato su novità e puntate.
Iscriviti al canale ufficiale su Itunes