Analytics Eurolega: Okobo domina, il pick and roll Micic-Tavares…

201
analytics

Ci siamo lasciati alle spalle il secondo doppio turno stagionale con qualche sorpresa e diverse conferme, mentre i livelli delle squadre cercano di normalizzarsi sempre di più.
Qualche settimana fa avevamo analizzato i numeri delle squadre grazie a Instat, cercando di comprendere tendenze, punti di forza e punti deboli delle rispettive compagini.
Oggi con le nostre analytics andiamo a parlare maggiormente dei singoli, ovvero i giocatori che hanno cambiato questa stagione di Eurolega, i loro playtype e la loro efficacia in talune situazioni piuttosto che altre.

Punti e percentuali

Di solito non analizziamo le statistiche più “basiche” in questa rubrica, però questa volta non possiamo esimerci dal dare il giusto rilievo al dominatore di questa Eurolega. Elie Okobo segna venti punti a partita, ma soprattutto la bellezza di 36,17 se proiettati sui 100 possessi. Solo Micic prova a stargli in scia, perchè le cifre di Macon sono drogate dal piccolo campione di partite e, ad esempio, Mirotic è lontano più di 5 punti…Tira con il 60% e se avete visto la qualità dei suoi tiri (ne abbiamo parlato nel nostro podcast settimanale), è facile capire come sia una percentuale irreale, tanto quanto lo sia il suo 53% da tre punti, moltissimi dei quali sono in step back marcati. Possiamo dire senza timore di smentita che se l’MVP si assegnasse oggi sarebbe un no contest, anche se il premio di giocatore del mese è andato a Mirotic per un metodo di valutazione puramente numerico.