Analytics: i numeri delle prime due giornate di Legabasket

144

La Serie A è tornata in campo, quindi tornano anche le nostre analytics. Con i primi due turni di campionati andati in porto, vediamo insieme quali sono i numeri più interessanti che le squadre hanno fatto registrare. Tra tutte spicca una sorpresa più delle altre: la Vuelle Pesaro, che si è guadagnata già due vittorie di cui una contro la corazzata Reyer Venezia. Ecco quindi le analytics, forniteci come sempre da Instat.

Partiamo quindi proprio dalla sorpresa fino a questo momento: la Carpegna Prosciutto Pesaro, unica a punteggio pieno insieme a Milano, Bologna e Tortona. La squadra di Repesa si afferma come prima in varie statistiche, soprattutto offensive: punti segnati (95.00), +/- generale (13.5), punti del primo quintetto (70.50), percentuale nei tiri da due punti (62.9%) e rimbalzi offensivi (34.5%). A condurre la squadra, oltre a Kravic e Abdur-Rakhman, è un sorprendente Matteo Tambone, primo in tutta la Serie A per +/- (41.0).

Se il miglior attacco è della Vuelle Pesaro, la miglior difesa appartiene invece ad un’altra squadra biancorossa: la UNAHOTELS Reggio Emilia, con solo 60.50 punti subiti. I ragazzi di Max Menetti sono primi anche nella percentuale di rimbalzi difensivi (83.5%) e nelle transizioni, da cui ricavano il 24% dei propri canestri. Per il sistema emiliano fondamentali sono due giocatori, che hanno fatto la fortuna della squadra anche l’anno scorso: Andrea Cinciarini (primo in assist con 8.0 di media) e Mikael Hopkins (primo nei rimbalzi con 11.5 di media).

Faticano invece ad emergere (numericamente) le due grandi del nostro campionato, Olimpia e Virtus, che in questi primi scampoli di gare non hanno propriamente brillato. Milano si conferma una forza difensivamente nel pitturato, con meno punti concessi in the paint (25.00) e meno punti concessi su secondo tentativo (2.50). La Virtus Bologna, al contempo, sta facendo un grande utilizzo delle situazioni di post up (prima con il 20% dei propri canestri). La squadra di Scariolo si posiziona seconda nelle percentuali al tiro da tre punti (44.4%), dietro alla sola Gevi Napoli (44.7%).

Una società che sta confermando quanto di buono fatto nella scorsa stagione è la Germani Brescia. Il record cita una vittoria e una sconfitta, ma quest’ultima è arrivata alla prima giornata dopo aver messo molto in difficoltà lo squadrone dell’Olimpia. Brescia si sta continuando ad affermare come una delle grandi potenze di questa Serie A, e i numeri lo certificano: prima in punti da palle perse (14.50), prima in punti dalla panchina (36.00), prima nelle percentuali al tiro libero (89.3%), prima nei punti segnati in transizione (13.0).

Dal punto di vista dei singoli, spicca sopra tutti un giocatore proprio della Germani Brescia: John Petrucelli. L’italiano è primo per punti segnati (25.00) e canestri realizzati (9.0) in tutta la Serie A. Non sorprende che, nella percentuale al tiro da due, il migliore sia Onuaku (74%), mentre da oltre l’arco il giocatore che ha segnato più triple è Frank Gaines (4.5 di media). L’esterno di Trieste si posiziona primo, tuttavia, anche in una statistica negativa: i palloni persi (5.50 di media). A rimbalzo offensivo il migliore è Taylor Smith della Tezenis Verona (4.00 di media), mentre il giocatore più falloso di tutto il campionato è Leonardo Tote (4.50). Molto interessante è il dato sui canestri realizzati in isolamento, con due nomi che svettano sugli altri: Abdur-Rakhman (2.0) e Moretti (1.5), entrambi impiegati da Pesaro.