Analytics: il punto sul girone d’andata di Eurolega

97

Il girone di andata della stagione 2022/23 di Eurolega si è da poco concluso. È arrivato, quindi, il momento di tirare delle somme che possono essere considerate quantomeno veritiere e attendibili dopo diciassette partite giocate. Per farlo, corrono in nostro aiuto le analytics forniteci da Instat. Sul campo, i risultati hanno mostrato un equilibrio che non si vedeva da anni nella competizione. I numeri confermeranno questo bilancio? Scopriamolo insieme.

Partendo dalle statistiche principali, l’offensive e il defensive rating confermano quello che il parquet ha evidenziato in queste settimane. Nonostante alti e bassi, senza dubbio si è vista una grande pallacanestro da parte dell’Olympiacos, e i numeri corroborano questa tesi. I greci sono primi in offensive rating con 86.65 punti e secondi nel defensive con 77.18 punti subiti. Alla squadra di Bartzokas appartiene di gran lunga il miglior +/- della lega con 9.5, superiore di quasi tre punti a quello della seconda. Inoltre, i biancorossi sono primi in Eurolega nel tiro da due punti (59.6%) ma soprattutto negli assist: 22.9 di media, la più alta nella storia dell’Eurolega fino a ora.

Dov’è, allora, l’aspetto che ferma l’Olympiacos dall’essere di gran lunga la migliore squadre della competizione? Come dicevamo prima i greci concedono pochi punti agli avversari, ma scavando più a fondo si possono intravedere delle falle nel loro sistema. L’Oly infatti si piazza come undicesimo per percentuali di canestri avversari con 46,9%, di poco peggiore rispetto alla media della lega. In aggiunta, gli uomini del Pireo sono la seconda squadra nella lega per maggiori percentuali concesse agli avversari dalla lunga distanza, con il 39.8%. Anche dal punto di vista degli assist concessi agli avversari, i greci si collocano in una posizione di poco peggiore rispetto alla media di Eurolega, con 17.7. Delle piccole pecche che impediscono all’ingranaggio di Bartzokas di essere perfetto.

La squadra che, invece, ha visto il proprio rendimento calare vertiginosamente è il Fenerbahce. Gli uomini di Itoudis, dopo una grande partenza, sono andati incontro a vari infortuni e hanno inanellato una serie aperta di cinque sconfitte consecutive. Rispetto a quanto avevamo analizzato soltanto un mese fa, i turchi sono peggiorati sotto ogni statistica. Il loro offensive rating è crollato da 87.00 punti a 82.76, il loro difensive rating da 76.17 a 78.53 punti concessi. Anche al tiro, il Fenerbahce è passato da un 40.6% da fuori area al 37.7% (comunque un buon numero).

I numeri evidenziano inoltre come i turchi abbiano dovuto anche adattare il proprio stile di gioco alle varie assenze. Inizialmente, gli uomini di Itoudis erano la squadra che più prendeva conclusioni attraverso il roller dei propri pick n’roll. Con l’assenza di Motley, questa statistica è cambiata e ora i gialloblu hanno diminuito la propria percentuale dal 12% dei propri canestri al 9%.

Parlando invece della squadra rivelazione di questa prima parte di stagione, il Baskonia non può non essere menzionato. Gli spagnoli giocano una pallacanestro ad alto ritmo e votata alla transizione. Proprio in transizione, infatti, i baschi segnano 11.1 punti a partita (secondi solo all’Alba), cioè il 15% dei propri canestri. Penarroya ha trovato la propria gallina dalle uova d’oro in Markus Howard, il miglior tiratore della Lega con 3.2 triple segnate a canestro. Tuttavia, la squadra nel suo complesso sta girando alla perfezione, prendendo risorse preziose dalla panchina. Gli spagnoli, infatti, sono primi nella competizione per punti dalla panchina, 41.12 di media. I vari Sedekerskis, Costello, Henry sono sicuramente pezzi fondamentali del puzzle tanto quanto Howard.

Guardiamo, infine, qualche statistica individuale di questa prima parte di stagione. Il miglior marcatore dell’Eurolega è Dwayne Bacon con 20.92 punti di media, anche se all’interno di un contesto per il momento in difficoltà come quello del Panathinaikos. Non a caso, Bacon è anche il giocatore che tira e segna più di tutti in isolamento. Chi ha più canestri segnati di media è Sasha Vezenkov con 6.9, mentre il miglior +/- va a Kostas Sloukas. Il greco è anche il miglior assistman della lega con 7.1 assist di media, mentre Tavares si posiziona (strano, eh?) primo in stoppate con 2.71 di media. Lessort si aggiudica il premio di primo rimbalzista con 7.59, mentre chi subisce più falli è Vasilije Micic, 6.29. Il giocatore che, invece, segna più in transizione è Dzanan Musa con 1.4 canestri di media, nel bel mezzo di una breakout season al Real Madrid.