Analytics: i numeri più curiosi e le tendenze delle squadre di Legabasket

216
Analytics

Dopo la pausa per la coppa Italia, la ripartenza del campionato e l’arrivo nella zona clou della stagione che avvicina sempre di più ai verdetti definitivi, andiamo ad analizzare numeri e tendenze delle squadre. Con le analytics forniteci da Instat andiamo a guardare chi fa bene e chi fa male nelle categorie statistiche, ma attraverso i numeri più profondi.

Attacco

Dal punto di vista punti fatti e punti subiti la Dinamo e l’Olimpia sono le migliori nelle statistiche tradizionali, ma come sempre è meglio valutare il rating offensivo e difensivo. In attacco l’Olimpia scalza la Dinamo dal miglior attacco della lega, mentre la Virtus è la migliore difensivamente addirittura con due punti di vantaggio sulla seconda. Malissimo Treviso nella classifica difensiva occupando l’ultima posizione, mentre per l’attacco, come analizzeremo anche più avanti, Reggio è sul fondo della classifica in un’analytics che sarebbe riscontrabile anche a occhio nudo.

Playtype

In un basket dove il pick and roll è usato e abusato, vedere la Dinamo Sassari, ovvero una delle squadre con la miglior efficienza offensiva, giocare solo l’8% di pick and roll nel suo attacco fa capire che non sempre conta uniformarsi al sistema quanto utilizzare uno che sia la miglior soluzione per far rendere i propri interpreti. Di contro vederla prima con distacco sui post ups, avendo giocatori come Bilan, ma anche come Burnell e Bendzius in grado di avere mismatch fisici contro i pari ruolo, è tutt’altro che sorprendente. Interessanti anche le statistiche offensive di Treviso che, grazie alla propria difesa, genera molte transizioni e quindi canestri facili che la tengono su nei momenti delle partite, non godendo di una vasta disponibilità di talento offensivo in isolamento. Anche la Reggiana si posiziona bene sulle transizioni, ma i problemi della squadra di Martino affondano oltre le analytics in sé e l’eccessivo uso degli isolamenti parlano di un attacco che con l’andare della stagione si è sempre più bloccato. Mentre ci si stupisce poco di vedere Virtus Bologna e Reyer Venezia essere in cima alle conclusioni dietro ai blocchi, perché con interpreti come Bramos e Belinelli ci sono diversi set offensivi per cercare quella soluzione che per Venezia non è solo fondamentale ma a tratti vitale.