Analytics: la preview di Milano-Sassari, quarto di finale di Coppa Italia

223
Olimpia Milano-Dinamo Sassari

Prima portata dell’abbuffata di basket tricolore alla Vitrifrigo Arena di Pesaro sarà AX Armani Exchange Milano-Dinamo Sassari. Sulla carta, sfida dal destino già segnata e dal pronostico chiusissimo. Sulla carta, lo scontro tra la capolista milanese e la squadra di Bucchi non contempla un risultato diverso dalla vittoria meneghina. Eppure, nelle scorse edizioni di Coppa Italia il quarto finale 1-8 ha saputo regalare sfide esaltanti e risultati sorprendenti. Prima di lasciare spazio al campo, Backdoor Podcast prova a fornirvi qualche chiave di lettura basandosi sui numeri fornitici da InStat Scout. La sfida del girone di andata si è chiusa con un +29 per gli uomini di Messina: la prolungata quarantena dell’intera squadra isolana produrrà di nuovo una sfida dall’ampio differenziale?

Ax Armani Exchange Milano

Troppo forte per la LBA. La persistente sensazione di superiorità trasmessa dall’Olimpia nel campionato italiano è parsa a tratti irritante. Scarto medio di 12.4 punti, con molte partite trasformate in non competitive e i pochi scivoloni (vedasi sconfitta al supplementare a Pesaro) causati più da un sovraccarico fisico causato dagli impegni europei e da prestazioni difficilmente ripetibili degli avversari di turno. L’Olimpia è ultima per percentuale di punti prodotti dal quintetto iniziale e prima per produzione dalla panchina (57,9% e 42,1%): tutti e dodici gli uomini a referto possono fare la differenza. Le non trascendentali percentuali al tiro sono più che compensate dall’apporto difensivo: minor numero di punti concessi (69.94, 86.35 se parametrati su 100 possessi), numero più basso di assist concessi (15.1, 3 in meno della media), prima in ogni percentuale relativa ai rimbalzi, sia offensivi che difensivi. Quella di Messina è una vera e propria armata, che in Italia si concede il lusso di far riposare Hines e Rodriguez spesso e volentieri. Il coach ha annunciato che a Pesaro giocheranno i veterani. Partita già finita prima della contesa?

Dinamo Sassari

Del gruppo della doppietta di Coppa Italia (2014 e 2015) è rimasto solo Jack Devecchi. Milano-Sassari e la Coppa riporta a scontri memorabili: il capitano porta esperienza e garra dalla panchina, ma saranno altre le armi cui Bucchi dovrà affidarsi se vorrà dare filo da torcere a Milano. Per esempio, una partita ad alto punteggio: la Dinamo è terza per punti segnati (83.12) e ha notevoli percentuali sia da 3 che ai liberi, rispettivamente 38,5% (2° in LBA) e 80,9% (prima posizione). D’altro canto, Sassari dovrà limitare l’indole aggressiva (20 falli a partita, dato più alto di Legabasket) e sfruttare la verve creativa di Gerald Robinson, secondo solo al recordman Cinciarini per assist a partita (8.9). il 47% da 3 punti di Bendzius potrebbe girare le sorti della sfida: se Sassari saprà replicare le migliori prestazioni dell’anno sugli scarichi e le uscite dai blocchi di Logan si confermeranno letali (42% in questa situazione, top 10 nella lega), potrà avere una possibilità di raggiungere in semifinale la vincente di Trento-Brescia.