Aquila ancora ko, Marble: “Troppo lenti, serve più energia”

63

Nella quarta giornata di Eurocup la Dolomiti energia Trentino prova a risalire la china contro i tuchi dell’Ankara dopo un’inizio di stagione a dir poco deficitario. Se in campionato i ragazzi di Buscaglia sono fermi al palo con zero punti in Europa le cose non vanno molto meglio con una sola vittoria all’attivo.

L’inizio però non è dei migliori, parziale di 8-0 e Buscaglia costretto a chiamare time out dopo solo 3 minuti di gioco. Ankara corre e la Dolomiti fa fatica a prendere le misure per evitare le transizioni comandate da un buon TJ Campbell. Forray, Mezzanotte e Marble però raddrizzano il primo quarto,dopo essere stati sotto anche di 14 punti, con triple e buone giocate difensive. Secondo quarto che parte sul 18 a 24 per gli ospiti; i trentini provano a colmare lo svantaggio approfittando della scarsa mira dei turchi ed una non brillantissima circolazione di palla, dall’altra parte del campo però non arrivano risposte convincenti, tante palle perse e mani freddine. A metà gara Ankara continua a comandare il match anche se di una sola lunghezza con un punteggio basso più per demerito degli attacchi che per merito della difesa, 32 a 33.

Il terzo quarto comincia con lo show personale di Stimac, ma Flaccadori e compagni non ci stanno, la difesa si fà più intensa e l’attacco prende fiducia per il sorpasso Trento e un palazzetto che torna ad accendersi. L’ultimo quarto vede i bianconeri avanti 54 a 53; vantaggio che viene però subito bruciato da due triple del solito TJ Campell. Entrambe le squadre fanno fatica a segnare, ma i turchi e riescono a portarsi avanti di nove punti a 5 minuti dalla fin. Nonostante un’ottima difesa in vernice degli ospiti Hogue e soci provano caparbiamente a rimontare, ma i bluazzurri amministrano il vantaggio con Ender e Stimac; il secondo tecnico con relativa espulsione di coach Maurizio Buscaglia non aiuta e mette la parola fine ad una partita fatta di alti e bassi per entrambe le squadre ma che premia i ragazzi di coach Goren che hanno approfittato prontamente degli errori al tiro dei trentini.  Prosegue dunque il trand negativo per la Dolomiti che nonostante il sempre ragguardevole impegno sembra non riuscire a trovare quella forza fisica e mentale per portare a casa la partita.

Ma sentiamo le dichiarazioni dell’MVP TJ Campbell:

Siamo stati molto bravi a continuare ad attaccare, sapevamo che con Trento non era facile quindi ho cercando ci mettermi in ritmo per fare i canestri che servivano alla mia squadra

Visibilmente soddisfatto anche il compagno di squadra Ender Arslan il quale ha messo canestri fondamentali per la vittoria:

 

Entrambe le squadre stasera volevano vincere per fare un psasso importante verso la qualificazione. Noi, possiamo dire, di aver controllato la partita per quasi tutto il suo corso mettendo in campo una buona difesa e limitando gli avversari. A questo abbiamo unito anche una discreta prova in attacco, perchè a questi livelli bisogna essere performanti su entrambi i lati e del campo e per questo siamo riusciti a vincere una partita molto importante.

Molto meno soddisfatto invece l’ex Orlando Magic Devyn Marble:

Purtroppo non abbiamo giocato al massimo delle nostre possibilità tutta la partita, siamo partiti troppo lenti,  per affrontare e vincere le prossime partite è necessario mettere forza ed energia per tutti insieme e per tutti i 40 minuti.