Armoni Brooks, scouting: cosa porta all’Olimpia Milano?

2691
Armoni Brooks

Passata la sbornia per il trentunesimo scudetto, l’Olimpia Milano si rituffa sul mercato per iniziare a puntellare il roster in vista della prossima stagione. Il primo nome ufficiale è quello di Armoni Brooks, giocatore NBA e G League in cerca di maggiori fortune in Europa.

Classe 1998, inizia la sua carriera scolastica dalla McNeil High School a Austin Texas, fino al 2016 quando approda alla Houston University per la sua carriera NCAA. Nelle sue tre stagioni in Texas si mette subito in mostra come un tiratore in grado di colpire anche da molto lontano, tanto da riceve il soprannome di Unmatched Shooter.

Al termine della stagione 2018/2019 si rende eleggibile per il draft ma non viene scelto da nessuna franchigia NBA. Nella stessa estate disputa la Summer League con i Washington Wizards, riesce a ottenere un contratto con gli Atlanta Hawks per poi venire mandato in G League con la società affiliata alla squadra della Georgia: i College Park Skyhawks.

Nella stagione 2020-2021 approda ai Rio Grande Valley Vipers, franchigia satellite degli Houston Rockets in G League facendo registrare ottime statistiche giocando 15 partite. 16.8 punti, 3.7 rimbalzi, 3.0 assist e 1.07 palle rubate, chiudendo con il 37.5% da tre. Numeri che gli valgono un two-way contract per terminare la stagione con i Rockets.
Finale di stagione che gli vale la riconferma nella franchigia texana con un contratto di quattro anni. Nella Regular Season 2021-2022 gioca 41 partite a 16.8 minuti di media, 6.2 punti, 1,2 assist e con il 30% al tiro da 3. Numeri che non convincono i Rockets e che portano al suo taglio prima della deadline.

A fine febbraio della stessa stagione firma un nuovo contratto con i College Park Skyhawks, prima di essere chiamato dai Toronto Raptors per fargli chiudere la stagione con due 10-day contract consecutivi. Nelle 13 partite in Canada chiude con numeri ancora più bassi, giocando 11.8 minuti di media, a 2.6 punti, 1 assist e un 28.9% al tiro da tre.
Terminato il suo contratto con Toronto, non trova spazio in NBA nella stagione 2022-2023 e torna per la terza volta ai College Park Skyhawks, disputando tutta l’annata in G League.

L’ultima chiamata NBA arriva dai Brooklyn Nets all’inizio della stagione 2023-2024 tramite la firma di un two-way contract. Gioca nella franchigia newyorkese fino a gennaio 2024 senza grandi fortune. Chiude con sole 10 partite giocate a 10.4 minuti di media, 4.2 punti, 0.5 assist e un non entusiasmante 34.4% al tiro da tre.
A metà di gennaio viene rimandato in G League negli Ontario Clippers dove terminerà la stagione.