Banchi: “Decisione sconcertante, ma non sta a me valutare”

981
Banchi
Foto di Savino Paolella

La Virtus lotta su tutti i palloni, arriva fino in fondo a contatto poi manca l’ultimo passo e anche una decisione abbastanza dubbia da parte degli arbitri sull’ultima rimessa. Luca Banchi commenta cosi:

Un’altra partita di grande intensità che abbiamo saputo interpretare tenendo costantemente il contatto di Milano non riuscendo nel finale a trovare le giocate che sarebbero servite per completare il lavoro. Manteniamo la barra dritta, determinazione e coraggio per tornare in campo tra 48 ore. Sarà di nuovo una partita vibrante e dobbiamo trovare la lucidità e la continuità per centrare un successo che per noi diventerebbe determinante per portare questa serie a gara 5.

Sulle decisioni arbitrali finali:

Sì, perché anche rivedendola è palese che la palla vada in direzione contraria ad Abbas. Inspiegabile. Decisione oggettivamente inspiegabile. Inspiegabile. Era sensazione di tutti che fossero andati a rivedere per capire quanti secondi mancassero realmente. Decisione inspiegabile. Sconcertante. Però spetta ad altri giudicare, non a noi.

Noi purtroppo prendiamo atto semplicemente di decisioni avverse, ma non spetta a me giudicare, così come ritengo che fosse palese a 15 secondi alla fine, su quella palla vagante, l’infrazione di passi di Mirotic che trascina le ginocchia a terra. Non c’è nessun contatto fermo sul terreno. È evidente che quella è un’infrazione.
Ammesso che non si sia sollevato, perché quello automaticamente determina un’infrazione, ma le ginocchia trascinano sul terreno. Ne devo semplicemente prendere atto, non perdere energie, non perdere fiducia, tenere la squadra concentrata e determinata, come stiamo facendo da tre partite, perché si stanno decidendo tutte nei finali e su quei possessi dobbiamo avere la lucidità perché non ci siano recriminazioni. Almeno su quanto è il nostro controllo fare.

 

Le strategie contro la difesa di Milano:

Noi cerchiamo di sfruttare per quello che la difesa di Milano, che è una delle migliori d’Europa, ci offre. Quindi dobbiamo avere la prontezza di reagire alle loro scelte. Quindi cercare di prendere vantaggi dove loro, giustamente, hanno strategie che dobbiamo riuscire a sfruttare al nostro vantaggio. Queste due squadre cercano di giocare su quei piccoli vantaggi che le difese concedono. Sono gare intense, dure e come detto si decidono su piccoli dettagli. Quindi dobbiamo essere pronti e farsi trovare lucidi, attenti, perché ogni singolo possesso può determinare la gara e l’inerzia dell’intera serie.