Brescia, Diana: “Senza difesa non si vincono le partite”

202
Brian Sacchetti e Jordan Hamilton , Germani basket Brescia vs pallacanestro Reggiana, Brescia 14 ottobre 2018. Flickr Leonessa
Esordio casalingo in campionato per la Leonessa Brescia in cerca di riscatto contro una squadra sicuramente molto ben attrezzata come Reggio Emilia.
Partono subito forte i padroni di casa affidandosi soprattutto al tiro dalla lunga distanza (6/8 3pt a fine primo quarto), ma gli ospiti rispondono colpo su colpo magistralmente orchestrati dall’esperto play Pedro Llompart.
I meccanismi della Leonessa non sembrano ancora ben oliati con qualche passaggio sbagliato di troppo, ma la voglia di far bene davanti al proprio pubblico non manca. Se Brescia fa del tiro da 3 la sua arma principale, Reggio invece domina sotto canestro grazie ai punti di Cervi e Griffin (7/12 da 2 pt). Si va all’intervallo sul  punteggio di 42-39.
Alla ripresa Reggio si presenta più reattiva e, complice alcuni errori banali di Brescia, riescono a mettere la testa avanti trascinata da Ledo e Butterfield. Brescia nell’ultimo quarto si trova costretta a inseguire, Reggio sembra averne di più, ma ci pensa una tripla di Sacchetti seguita da una buona difesa con successivo canestro di Hamilton a riaccendere le speranze dei padroni di casa. Nel finale l’inerzia passa tutta dalla parte dei padroni di casa che si affidano ai propri senatori in un assetto small ball con Sacchetti da 5. Reggio subisce l’intensità e la fisicità di Brescia e nonostante alcuni lampi di classe del solito Ledo che riesce a tenere a galla i suoi. Finisce 83-79 con i tifosi della leonessa che finalmente possono festeggiare tra le mura amiche .
Abbiamo raggiunto ai nostri microfoni il top scorer di Brescia Awudu Abass
È stata una partita molto dura, arrivavamo da una striscia di sconfitte e non volevamo perdere ancora soprattutto in casa. Ci siamo sacrificati tutti facendo vedere chi siamo. La panchina ha fatto un grande lavoro e nel momento in cui Reggio ha messo dei tiri anche ben contestati loro si sono fatti trovare pronti, è stata una vittoria di squadra. Sono partito a fuoco poi ho sbagliato una schiacciata e un arresto e tiro, mi sono un pò tolto dalla partita ma ho continuato a lottare e a difendere e quando serviva mi sono fatto trovare pronto
L’allenatore di Reggio Emilia Devis Cagnardi:
Complimenti a Brescia che venivano da un momento difficile. Peccato perché nonostante alcuni alti e bassi abbiamo rispettato il nostro piano partita, Brescia è partita bene ma nel terzo quarto siamo stati bravi a trovare punti importanti anche vicino a canestro. A un certo punto Brescia ha aumentato in maniera vertiginosa l’intensità, l’hanno messa sul fisico e sono stati bravi.
Tatticamente, abbiamo pagato il quintetto piccolo di Brescia e ci siamo un pò disuniti facendo qualche errore di troppo in difesa. Nonostante questo siamo rimasti nella partita, non abbiamo mollato e questa è stata una buona risposta per me, anche se non è bastata.
Il coach della Leonessa Andrea Diana visibilmente soddisfatto:
In questo inizio stagione è importante imparare la lezione fin da subito, abbiamo prodotto tanto in attacco nei primi due quarti ma non siamo stati bravi in difesa e senza difesa non si vincono le partite. Nel momento importante la squadra si è compattata e ha fatto la differenza nell’ultimo periodo. La difesa che abbiamo messo in campo negli ultimi 10′ è stata la chiave della partita. La gara con il Galatasaray? Impariamo la lezione da questa partita: ripartiamo dal parziale molto alto che abbiamo fatto nell’ultimo quarto grazie alla nostra difesa e andiamo a Istanbul per provare a riaprire il discorso della coppa, senza timori reverenziali.