Brescia è inarrestabile, le triple di Gabriel stendono Reggio Emilia, le pagelle

Nell’ultima gara di campionato prima delle tanto attese Final Eight di coppa Italia e della pausa per la nazionale si sono affrontate due squadre che a Torino ci saranno e vorranno recitare un ruolo da protagoniste. Partita a senso unico che Brescia ha dominato fin dai primi minuti spinta dalle triple di Gabriel e dai canestri di Della Valle. Reggio non pervenuta, a partire dal coach Priftis che si è fatto espellere dopo soli 8 minuti, si salvano solo i giovani Faye e Grant. Gara che si è conclusa 86-63.

Germani Brescia

Christon 6,5: non particolarmente prolifico ma ha il merito di far girare bene la squadra distribuendo assist e mettendosi in proprio alla bisogna.

Gabriel 8,5: letale dall’arco, un vero cecchino che punisce ripetutamente la difesa reggiana con un ottimo 6/12 dai 6,75. MVP.

Bilan 7: fa sentire la sua presenza nel pitturato con giocate di classe e dei preziosi putbacks.

Burnell 6,5: lotta come un leone, si fa notare per le intangibles, le piccole cose.

Massinburg n.e. 

Tanfoglio s.v. 

Della Valle 8: si presenta con la specialità della casa, ovvero un paio di triple in transizione. Continua a segnare lungo tutto l’arco del match e si sbatte anche in difesa.

Petrucelli 6,5: è il glue guy della leonessa, poco appariscente ma fa sempre la giocata giusta al momento giusto.

Cobbins 6: finalizza le giocate dei compagni e protegge il ferro. Qualche fallo di troppo ma poco male.

Akele 6,5: ottimo su entrambi i lati del campo, una certezza per coach Magro.

Cournooh 6: energy guy che da una mano nel playmaking in uscita dalla panchina.

Porto s.v. 

UNAHOTELS Reggio Emilia

Weber 5: dovrebbe portare ordine e far sentire la sua presenza in difesa ma è troppo falloso e pasticcione.

Bonaretti n.e.

Cipolla s.v.

Suljanovic  n.e.

Galloway 4,5: spara a salve e in certi frangenti sembra quasi svogliato

Faye 6,5: non era al meglio, ha mostrato buone cose in difesa come rim protector e in attacco come finalizzatore. Diamante grezzo.

Smith 4,5: discorso simile a quello fatto per Galloway e quindi stesso voto.

Uglietti 5,5: è l’unico che ci mette un po’ di grinta, ma non basta.

Atkins 6: lungo stretch con gioco interno ed esterno che gioca anche alcune buone difese su Bilan.

Vitali 5,5: uno degli ex di giornata, non lascia un gran segno nel match

Grant 6,5: risponde presente, fa vedere buone cose al tiro e nei movimenti senza palla

Chillo 6: schierato da 4 vista l’assenza di Hervey, fa quello che può spingendosi fin dove i suoi limiti glie lo consentono.

 

Paolo Spelorzi
Paolo Spelorzihttps://twitter.com/spel81
Per Backdoor Podcast seguo principalmente la pallacanestro Brescia e la LBA, adoro tanto il college basket quanto l'Eurolega e le coppe europee. Dicono che sono uno dei massimi esperti nel cercare e scoutizzare giocatori Italoamericani e paisà. Non confermo e non smentisco.