Brindisi batte Cremona e tiene accese le speranze: le pagelle

914
Brindisi

Brindisi vince la prima delle dieci finali e tiene accese le speranze per la salvezza. I nuovi acquisti fanno bene alla società pugliese, che ha battuto Cremona in un PalaPentassuglia pieno di gente. La Vanoli soffre la lotta al rimbalzo (36-28) e quindi l’assenza di Golden sotto le plance, dall’altra parte un super Sneed ha trascinato i suoi verso la vittoria. Finisce 79-76

Happy Casa Brindisi

Morris 6-: fatica a mettersi in mostra e ha le polveri bagnate dall’arco dei 3 punti (1/4). Dà comunque il suo contributo alla squadra con 10 punti segnati e 3 rimbalzi presi.

Malaventura: ne

Laquintana: sv

Sneed 8,5: migliore in campo per Brindisi, giocatore sempre costante nonostante le tante difficoltà, un talento unico. Sfiora la doppia doppia con i suoi 21 punti e 9 rimbalzi, ci aggiunge tanta grinta in difesa e un’energia che gli permette di giocare 35 minuti senza mai calare di rendimento.

Laszewski 6,5: in attacco si rende pericoloso, sia dalla lunga distanza sia sotto le plance, dove recupera anche 7 rimbalzi. Deve metterci più grinta nella metà campo difensiva.

Smith 6: nel complesso un buon esordio. 7 punti segnati in 17 minuti di utilizzo, deve però essere più convinto nella lotta ai rimbalzi perché spesso ha schiaffeggiato il pallone o gli è sfuggito dalle mani.

Riismaa: sv

Lombardi: sv

Bartley 6,5: polveri bagnate al tiro dai 3 punti (0/3), gli avversari lo chiudono bene ma riesce ugualmente a segnare 10 punti, realizzando un canestro molto importante nel finale.

Bayehe 6-: non riesce ad imporsi e sotto le plance soffre i lunghi avversari. Fatica molto a trovare il canestro (2/6 al tiro) e recupera 5 rimbalzi.

Washington 8-: ottimo esordio per l’ultimo arrivato. Ha una grande capacità di attaccare il ferro, un ottimo tiro dalla media (7/7 al tiro) e una buona visione di gioco. Peccato per le 4 palle, che ha compensato con altrettanti assist, altrimenti sarebbe stata una gara perfetta per lui. Nel finale di partita ha rimediato una botta alla gamba che lo ha costretto ad uscire, ma rientra subito dopo.

Vanoli Cremona

Eboua 7: sfrutta bene il suo fisico e si fa valere sotto canestro, uno dei migliori per Cremona in questa partita con 13 punti e 3 rimbalzi.

Adrian 6: in attacco non si è dimostrato un fattore e ha faticato tanto a trovare il canestro. Sotto canestro però si è fatto valere, ha saputo dare un buon contributo a rimbalzo e nella metà campo difensiva.

Zegarowski 4: inesistente per tutti i 17 minuti che ha giocato.

Pecchia 6,5: il capitano si spende tanto sotto canestro, ha preso 8 rimbalzi e segnato 10 punti. Gioca molto bene con i compagni (3 assist) ma fatica tanto in lunetta (2/6 ai liberi).

Denegri 8: miglior realizzatore dei suoi con 21 punti in 29 minuti di gioco. Dall’arco ha infilato ben 5 triple che hanno fatto molto male a Brindisi. Nella seconda metà di gara si è caricato la squadra sulle spalle, provando a portare a casa una vittoria.

Galli: ne

Lacey 5: pessima partita la sua, che solitamente ha una percentuale di realizzazione elevata ma oggi non è serata (2/9 al tiro).

Piccoli 5,5: solo una tripla segnata nei 18 minuti sul parquet e niente altro.

McCullough 6+: va a fasi alterne e chiude con 9 punti, 4 rimbalzi e 3 assist.

Zanotti 5: parte in quintetto ma fatica ad entrare in ritmo. Gioca appena 13 minuti nei quali segna 5 punti e prende 3 rimbalzi.

Stefano Marinaro
Nato a Brindisi il 16/07/2002. Fin da bambino coltivo la mia passione per la scrittura e per il basket. Il mio sogno è unire queste due passioni e trasformarle nel mio futuro lavoro. Sono un tifoso accanito della New Basket Brindisi e laureato in Scienze della comunicazione (indirizzo giornalismo, relazioni pubbliche e digital media).