BCL: Brindisi batte Den Bosch e va in finale – Pagelle

486

L’Happy Casa Brindisi vince la semifinale del Qualification Round di Basketball Champions League. La squadra di coach Corbani domina sugli olandesi dell’Heroes Den Bosch per 78-63 e vola in finale contro i francesi di Cholet.

Happy Casa Brindisi

Morris 7: forza qualche conclusione di troppo dall’arco dei tre punti (3/11) mentre è perfetto nell’area (4/4 da 2).

Mitchell 7,5: quando corre verso il canestro gli avversari fanno fatica a fermarlo, giocatore molto veloce e abile nel costruirsi il tiro. Mano molto pulita dalla lunga distanza (3/5 da 3).

Malaventura: ne

Laquintana 6: commette qualche errore di troppo in fase offensiva. Per lui 6 punti e 4 rimbalzi.

Laszewski 5,5: segna due triple nella prima metà del match e poi non si vede più. Parte in quintetto ma gioca appena 13 minuti.

Riismaa: sv

Seck: ne

Lombardi 6,5: si conferma una figura molto utile nella difesa di Brindisi, trova un canestro impossibile dalla lunga distanza allo scadere del tempo e chiude con 5 punti segnati.

Johnson 8: primo giocatore ad arrivare in doppia cifra, sotto le plance è una garanzia. Trova ottime soluzioni dal punto di vista individuale e soprattutto di squadra visti i 4 assist distribuiti.

Bayehe 7,5: trova tanto spazio in campo e disputa un’ottima gara. Molto preciso quando attacca il canestro, sempre presente in difesa e prende ben 8 rimbalzi sfiorando la doppia doppia con i 10 punti segnati.

Senglin 8: segna punti importanti ma soprattutto fa segnare i compagni (6 assist). Con lui in regia la squadra corre e gira alla perfezione.

Heroes Den Bosch

Van Vliet 4,5: prestazione insufficiente, fatica ad entrare in partita e non si vede praticamente mai durante la sua permanenza in campo.

Moore 5: viene chiuso bene dalla difesa brindisina che non gli permette di fare canestro e giocare al meglio.

Helfrich 4: il tiro dall’arco dei tre punti non va e di conseguenza lui non va quasi mai a referto.

Mayfield 5+: presente in difesa e soprattutto ai rimbalzi (8 recuperati) ma fatica ad incidere in fase offensiva.

Fenner 4: serata no, riesce a segnare appena 3 punti e niente altro.

Schottert: ne

Van Der Mars 7+: senza dubbio il migliore in campo per gli olandesi. Si carica la squadra sulle spalle e si prende lui la maggior parte delle responsabilità. Chiude con 16 punti segnati (8/14 al tiro) e recupera 8 rimbalzi.

Stumbris 6: prestazione nel complesso sufficiente, 10 punti segnati e altre piccole cose buone.

Price 5,5: sfortunato al tiro, spara solo dai 3 punti ma va a segno una sola volta. Fa meglio in difesa.

Kok 4,5: anche lui fa fatica a trovare il canestro. Chiude con 6 punti e 4 rimbalzi.