Casalini: il ricordo di D’Antoni, Peterson e di chi lo ha apprezzato

545
Franco Casalini

Il basket italiano e non solo è vestito a lutto oggi. Purtroppo nella giornata di ieri ci ha lasciato Franco Casalini, indimenticato coach dell’Olimpia Milano, in grado con la sua personalità e disponibilità, di essere non solo un grande vincente sul campo, ma anche una persona piacevole e anche, in questa sua ultima avventura, un commentatore brillante e ironico.
La notizia ha colpito tutti d’improvviso e tutti coloro che hanno avuto un contatto o rapporto con il coach hanno dedicato a lui un ricordo.

Mike d’Antoni ha detto:

Il mio cuore dice che se ne è andato uno di famiglia. Quanti viaggi fatti insieme per conoscerci e capirci, sono stati 13 anni splendidi con lui.

Ovviamente non poteva mancare il pensiero di Dan Peterson:

Il miglior vice che potessi avere. Una mente incredibile per la pallacanestro e quando dicevano che organizzava lui gli allenamenti in palestra era vero e lo faceva con grande intensità. Gli mando un abbraccio ovunque lui sia.

Ma non solo le parole dei colleghi diretti, ma anche quelle di chi era “dall’altra parte della barricata” come Piero Guerrini che spende parole molto belle sul suo profilo Facebook:

Tu che avevi illustrato visivamente e realmente al piccolo mondo italiano il ruolo, l’essenza e dunque l’importanza dell’assistente allenatore. Poi c’è stata la condivisione della sala stampa. Cioè la tua voglia di condividere, con noi. E sempre l’umanità, meglio la purezza umana. Con me, figuriamoci con gli amici veri. Spero che il tuo mondo ti ricordi come ti ricorderò io. Con quel sorriso sghembo. Il tuo. Che dice tutto di ciò che è, di ciò che è stato, di ciò che avrebbe potuto essere. Ma anche no. Perché l’ironia è il segreto. Di pochi, quell vera. Purtroppo.

Molto bello anche il ricordo del nostro amico Alberto Marzagalia che sempre dai suoi profili social riporta un suo virgolettato fuori dalle classiche frasi di circostanza:

Coach, sembra che alcune squadre attacchino in realtà solo in due o tre… Ti stupisci, se si può fare politica con un tweet vuoi che non si possa attaccare solo in due o tre?

Il basket perde un pezzo di storia gloriosa, ma anche una personalità e un’influenza positiva. Lo ricorderemo con grande affetto. Che la terra ti sia lieve coach Franco Casalini.