Cremona, è un capolavoro: prima sconfitta per la Virtus. Le pagelle

Nel posticipo della 6° giornata la Vanoli Cremona disputa una grande prova per infliggere la prima sconfitta stagionale in LBA alla Virtus Bologna. Gli uomini di Cavina nei quarti centrali scappano grazie alle giocate dei due lunghi Adrian e Golden e si portano avanti anche di 21 lunghezze. Tuttavia, le V Nere sono dure a morire e con un 31 punti segnati nel solo quarto quarto rientrano in partita. Nel finale le triple di Lacey ricacciano indietro la squadra di Banchi. Grazie a una straordinaria precisione al tiro (70% dall’area e 48% dall’arco) i lombardi conquistano due punti importanti in chiave salvezza. Al PalaRadi la partita termina 93-83.

Vanoli Basket Cremona

Eboua 5.5: passo indietro rispetto alla partita di Scafati. Rimane in campo 11′ in cui realizza solo 1 punto e cattura 3 rimbalzi.

Adrian 8: continua il buon stato di forma dell’ex “Mountaneers”. Segna 14 dei suoi 18 punti nel solo terzo quarto a suon di triple (3/4). 18 punti, 5 rimbalzi, 1 recupero (con successivo canestro) e 1 assist. Quando lui gira, la Vanoli ha una marcia in più.

Zegarowski 7.5: buona prestazione per il playmaker che, come un po’ tutti i compagni, punisce dall’arco(3/6). Bravo anche a mettere in ritmo i compagni con 4 assist. Unico neo le 3 palle perse, ma glielo si può concedere.

Pecchia 6: 2 punti, quelli che aprono l’incontro con uno dei suoi classici tagli. Perde tre palloni ma alla fine fa il proprio compito da capitano.

Denegri 7: pare aver pagato lo scotto del rookie in LBA. Segna meno rispetto alle precedenti uscite (7 punti), ma cattura ben 5 rimbalzi e distribuisce 4 assist.

Lacey 8: tra i candidati all’MVP dell’incontro. Va vicino alla doppia doppia con 14 punti segnati e 9 assist. Nel finale segna una tripla d’importanza capitale. Sempre più leader della squadra.

Piccoli 6.5: partita in ufficio per il ministro della difesa cremonese. Una tripla, 1 rimbalzo e un recupero oltre alla solita intensità.

McCullough 6: ha ancora una volta problemi di falli (4). Segna due triple dal peso notevole (una sulla sirena del 3° quarto e una per respingere il tentativo di rientro della Virtus).

Golden 8.5:primo squillo del gigante della Virginia. Contro un pacchetto lunghi di EuroLeague mette a segno il proprio season high (22), è preciso al tiro (8/9 e 6/6) e spesso è deciso anche in difesa mettendo il proprio corpo per limitare gli avversari.

Zanotti 5: unica nota negativa della serata. Esce per falli e sembra essere spaesato nei momenti in campo.

 

Virtus Segafredo Bologna

Cordinier 6.5: una delle note positive dell’incontro. 13 punti, 4 rimbalzi e 2 assist per l’esterno francese.

Belinelli 5.5: si accende un po’ tardi con la specialità della casa (2 triple). Serata storta al tiro (2/8) nei minuti concessi da Banchi.

Pajola 5.5: il playmaker anconetano si è dimostrato nervoso durante l’arco del match con anche un fallo tecnico. 3 punti, altrettanti rimbalzi e 4 assist.

Smith 6.5: anche l’ex Alba è stato uno dei pochi pericolosi durante la serata nonostante sia stato limato dai falli. 10 punti, 3 rimbalzi e 2 assist.

Dobric 6: classica prova da soldatino. Nel primo tempo quando chiamato in causa, risponde presente. Poi Banchi lo dimentica in panchina e rientra quando la gara è ormai andata. 11 punti (4/4 da 2), 3 rimbalzi e 2 assist

Mascolo s.v

Cacok 5.5: dopo i buoni minuti in EL, viene preferito a Dunston. 8 punti e 4 rimbalzi con qualche problema in lunetta (2/5)

Shengelia 6.5: una pausa dall’ultimo mese da extraterrestre. Come Pajola risulta un po’ nervoso. Tuttavia è uno dei migliori in campo per i suoi (3 palloni persi). 14 punti, 1 rimbalzo, 3 recuperi e 2 assist.

Hackett 5: ritorna dopo l’assenza di coppa e nei 5 minuti in campo fa solo danni.

Menalo n.e

Mickey 6.5: insieme a Shengelia tenta di resistere alla coppia Adrian-Golden. Si fa sentire a rimbalzo (6, di cui 4 offensivi) e segna 12 punti. Peccato per la serata storta dall’arco (0/2) e i due palloni persi.

Abass 5.5: qualche sussulto nel tentativo di rimonta e poco altro. 7 punti segnati per l’ex Brescia.

Federico Magnifico
Federico Magnifico
Laureato in Scienze Linguistiche con una forte passione per la palla a spicchi sia praticata (giocatore amatoriale di basket e di baskin per il Pepo Team Vanoli) che guardata. Seguo la Vanoli per la LBA e il Valencia per ACB ed Eurolega. Attualmente scrivo per Backdoor Podcast e Dunkest.