Cremona vince la maratona del PalaMangano di Scafati – Pagelle LBA

Partita incredibile e infinita in quel di Scafati. I padroni di casa si portano in vantaggio di 20 lunghezze dopo metà incontro grazie alla vena realizzativa di Logan e Rossato. La Vanoli Cremona non ci sta e con un parziale di 11-31 nel terzo quarto, guidata da Zegarowski ed Eboua, rientra in gara portandosi in vantaggio di due lunghezze.

Quaranta minuti non sono sufficienti e si va al supplementare con diversi giocatori fuori per falli. Nel primo OT Cremona ha più volte la possibilità di vincerla ma spreca in lunetta e si dimentica di Logan che impatta a fil di sirena. Nel secondo Golden prima, Lacey e Denegri poi, conducono i lombardi (7-17) ad una vittoria tanto sofferta quanto importante in ottica salvezza. Si ferma a due la striscia di vittorie consecutive di Scafati. Al PalaMangano l’incontro termina 112-122.

Givova Scafati

Sangiovanni n.e

Gentile 5: 6 punti, 3 rimbalzi in 19′ d’impiego e osservatore della partita nei supplementari.

Mouaha s.v

Pinkins 7: parte a rilento ma poi risulta decisivo portare la partita al supplementare con le proprie giocate a rimbalzo offensivo con successivo canestro. Continua il buon momento a livello individuale con una prova da 20 punti (tutti nel pitturato o in lunetta) e 7 rimbalzi.

De Laurentiis 6,5: onesta prova per il lungo italiano che nei 18′ concessi da Sacripanti (uscito per falli) apporta 4 punti, 5 rimbalzi, 1 recupero e 2 assist e tanta legna sotto canestro.

Rossato 7: come De Laurentiis esce per 5 falli nei supplementari. Segna 11 dei 18 punti totali nel solo primo quarto. Prova positiva per il capitano dei gialloblu che aggiunge 2 rimbalzi e 3 assist per 22 di valutazione.

Logan 6,5: fa compagnia a Rossato con i 18 punti realizzati e la tripla pesantissima che porta la partita al secondo supplementare. Tira tanto dall’arco e non benissimo (6/14) e nel finale perde dei palloni (3) che significano resa per i i compagni.

Robinson 6: la partita guardando i numeri sembrerebbe positiva (15 punti, 2 rimbalzi e 6 assist). Inspiegabile il tiro in prossimità della fine del supplementare dopo un recupero che prende solo la parte superiore del canestro.

Rivers 6: giocatore più impiegato dei campani (41′) nonostante l’uscita per cinque falli. Segna 16 punti tirando male dall’arco (2/9) e perde 4 palloni. Più presente finché Scafati aveva le redini dell’incontro per poi spegnersi pian piano.

Nunge 5,5: Sacripanti gli preferisce per larghi tratti De Laurentiis e lo scongela solo a metà del secondo supplementare visto l’impatto di Golden. Chiude con 8 punti, 3 rimbalzi altrettante stoppate e assist.

Pini n.e

Strelnieks 5,5: alla prima con la nuova maglia dopo diversi mesi d’assenza per infortunio. Deve ancora recuperare la forma migliore. 7 punti e 6 assist per il playmaker lettone.

 

Vanoli Basket Cremona

Eboua 7: partita positiva per il lungo camerunense. Fino ad oggi era 0/4 dall’arco prima di chiudere l’incontro con 3/3. Entra nella lista dei vari giocatori fuori per falli ma mette a segno una prestazione incoraggiante. Realizza il season high con 18 punti immacolati dal campo (3/3; 3/3) con 4 rimbalzi.

Adrian 6,5: partita terminata troppo presto a causa dei falli. Tuttavia, quando è stato in campo, l’ex West Virginia ha saputo realizzare una prova da tuttofare: 10 punti, 6 rimbalzi e 5 assist.

Zegarowski 8,5: tra i papabili MVP dell’incontro. Durante l’arco dei regolamentari è letteralmente imprendibile. Capisce quando deve agire da solo (25 punti) e quando mettere in ritmo i compagni (5 assist). In 42 minuti d’impiego (più utilizzato dei lombardi) è anche lucido nel gestire il pallone (0 palle perse).

Pecchia 7: tanto lavoro sporco per il capitano dei biancoblu che con due rimbalzi offensivi e un appoggio risulteranno decisivi per la vittoria. 8 punti (4/4 dall’area), 5 rimbalzi, 2 recuperi e altrettanti assist oltre a tanti minuti giocati da lungo tattico.

Denegri 8,5: secondo miglior realizzatore dopo Zegarowski e career high in serie A (21). Gioca larghi tratti dell’incontro con 4 falli ma nel finale tra palleggi-arresto e tiro, triple e tiri liberi, risulta essere un punto di riferimento per l’attacco di coach Cavina.

Lacey 8: quando la palla scotta, Cremona va da Lacey. Prova allaround per l’americano con 18 punti, 4 assist e altrettanti assist. Fa tremare la panchina e i tifosi con i liberi sbagliati in momenti topici ma si fa perdonare con canestri pesantissimi.

Piccoli 7: può essere decisivo un giocatore che su una partita da due supplementari gioca solo 4 minuti? La risposta è sì. Cattura un rimbalzo a seguito di un errore in lunetta di Robinson, subisce fallo e segna due liberi pesantissimi.

McCullough 5,5: è il giocatore che per primo esce per falli. Gioca solo 16 minuti in cui segna 10 punti, raccoglie due rimbalzi e perde due palloni.

Golden 6,5: con Adrian ed Eboua fuori per falli, Cavina lo rigetta nella mischia all’inizio del secondo supplementare e ha subito impatto in entrambe le metà campo. Prova discreta che può dargli fiducia per le prossime uscite. 10 punti, 5 rimbalzi e 1 assist per il lungo della Virginia.

Zanotti s.v

Federico Magnifico
Federico Magnifico
Laureato in Scienze Linguistiche con una forte passione per la palla a spicchi sia praticata (giocatore amatoriale di basket e di baskin per il Pepo Team Vanoli) che guardata. Seguo la Vanoli per la LBA e il Valencia per ACB ed Eurolega. Attualmente scrivo per Backdoor Podcast e Dunkest.