Curiosità da Eurobasket: Giannis da record, l’Estonia lascia il segno e la caviglia di Tobey

167
Eurobasket

Le tre cose più eclatanti, più curiose e inaspettate successe in questa giornata di Eurobasket:

Giannis con la prestazione monstre

E’ una giornata del tutto speciale quella che il greco ha vissuto nel suo, già speciale europeo. La prima notizia della giornata è infatti che il suo compagno e amico Khris Middleton è arrivato a Milano per vederlo affrontare l’Ucraina nel match in cui si gioca la testa del girone. Il numero 22 dei Milwaukee Bucks è in prima fila a fare il tifo per i fratelli Antetokounmpo, entrambi suoi commilitoni.
Il match non inizia tuttavia nel migliore dei modi per la Grecia e l’Ucraina si dimostra determinata a continuare la propria striscia vincente. Il merito di tale difficoltà ellenica è sicuramente da imputarsi a coach Itoudis, che prepara la partita in modo portentoso. Giannis dice comunque la sua e si va a riposo sul 46-39 a favore dell’Ucraina.

Nel terzo quarto tuttavia la stella più brillante del firmamento NBA inizia a splendere e gli avversari non possono che ammirare la sua opera. Contro una squadra che può reggere la sua fisicità infatti Giannis fa valere la sua velocità e il suo controllo del corpo. A fine partita saranno 41 punti. Questa è la sesta migliore prestazione di sempre in un Europeo insieme a quella di Sasa Djordjevic negli europei del 1995. E’ anche la quarta realizzatasi dopo il 1990, dopo Nenad Markovic nel 1997 (44), Dirk Nowitzki nel 2001 (43) e il succitato ex allenatore virtussino.

L’Estonia lascia il segno

Fin da quando i gruppi sono stati resi pubblici ci si aspettava un’Estonia costretta a ricoprire il ruolo del fanalino di coda del gruppo C insieme alla Gran Bretagna. Dopo le, attese, sconfitte nelle prime tre partite della competizione oggi la compagine di coach Toijala si giocava la probabile unica vittoria contro gli inglesi.

Drell e compagni non solo hanno dominato la partita, segnando addirittura 29 punti nel terzo quarto, ma hanno anche trovato il modo di lasciare il segno in questo Europeo. Il +32 odierno è infatti, per il momento, il più alto scarto di questo Europeo 2022. Tanti si erano fermati a 30, ma mai nessuno aveva superato tale cifra. Da segnalare i 20 punti di Henry Drell e i 18 di Vene, oltre ai 15+8 di Kotsar.

La caviglia di Tobey

E se Drell e Vene hanno fatto la fortuna dei tifosi estoni nel match odierno è l’arbitro a fare la sfortuna di Tobey. All’inizio del match vinto contro la Germania infatti Tobey salta per la palla a due e atterra sul piede dell’arbitro storcendo in un brutto modo la caviglia. Il giocatore ha comunque continuato il match e ha giocato 24 minuti, producendo 10 punti e 8 assist.

I risultati di oggi

Belgio-Turchia 63-78
Paesi Bassi-Polonia 69-75
Estonia-Gran Bretagna 94-62
Bosnia-Francia 68-81
Montenegro-Spagna 65-82
Grecia-Ucraina 99-79
Ungheria-Lituania 64-87
Finlandia-Repubblica Ceca 98-78
Georgia-Bulgaria 80-92