Daniel Hackett: il mio quintetto dei migliori “underrated”

358
Hackett
H3Mlock

Daniel Hackett ha passato con noi un’oretta scarsa ripercorrendo i passi principali della sua carriera in un’intervista molto interessante e ricca di spunti raccontati con trasparenza, sincerità e senza peli sulla lingua.
Oltre a questo abbiamo coinvolto Daniel facendogli creare un quintetto di giocatori “tier 2”, ovvero suoi compagni di squadra che erano appena sotto i campioni, ma che lui ritene migliori e indispensabili per la sua squadra ideale.
Daniel Hackett ha nominato questi giocatori:

Ascolta l’intervista completa:

SE VUOI AIUTARE BACKDOOR PODCAST FAI I TUOI ACQUISTI SU AMAZON DA QUESTO LINK

Ricky Hickmann

Un grande campione che ha vinto molto in carriera, ma che forse non ha avuto gli onori della ribalta che avrebbe meritato. È stato mio compagno a Pesaro e da lì la sua carriera è andata in crescendo diventando uno dei protagonisti della vittoria del Maccabi nel 2014.

Matt Janning

Secondo me è uno dei migliori tiratori in assoluto con cui abbia mai giocato. Non in tanti hanno avuto la sua efficacia e la sua qualità nel tiro da fuori.

Ioannis Papapetrou

L’ho avuto come compagno ai tempi dell’Olympiacos dove si stava formando come giocatore e si capiva subito che sarebbe diventato un grande. Ora è in rampa di lancio definitiva con il Panathinaikos ed è diventato un top player.

Tomas Ress

Un giocatore che sapeva sempre cosa fare per facilitare il lavoro ai compagni. Era sempre nella posizione giusta e in grado di fare le scelte corrette per rendere più semplice il lavoro della squadra.

Samardo Samuels

Nell’anno di Milano era letteralmente immarcabile, infatti ha prodotto anche prestazioni notevoli in Eurolega. È stato uno dei lunghi più talentuosi e difficili da difendere con cui abbia mai giocato.