DNPCD 2° puntata: la partita più lunga,Unibrow e il trilione della vita

107

Nella seconda puntata di DNPCD -Did Not Play Coach’s Decision- completiamo la carrellata delle nostre rubriche mettendo sul piatto tutte le splendide cose che mixeremo dalla prossima puntata in poi.

  • Making history: L’NBA di per sè non è affatto una lega noiosa, ma capita di non volere che una partita vada all’overtime perchè c’è il pranzo dalla nonna e bisogna alzarsi presto la mattina dopo, una sveglia pronta a suonare, oppure in campo c’è un becero Hawks-Kings di fine stagione. Noi per accontentarvi siamo andati a scovare la partita più lunga della storia NBA, finita con sei overtime giocati e una serata di culto assoluto.
  • Abacus: il pallottoliere statistico questa settimana ci ha portato a parlare di un giocatore che ha appena concluso un mese di febbraio ai limiti della realtà, con cifre incredibili e portando i suoi sempre più in alto a Ovest. Anthony Davis è la classica stella che un pò diamo per scontata, ma fare un viaggio all’interno dei suoi numeri è semplicemente qualcosa di mistico e noi lo abbiamo fatto per farvelo capire meglio.
  • I trilionisti: innanzitutto abbiamo spiegato la definizione di trilione come da vocabolario (se esistesse) e poi siamo andati a scovare quelli che nelle ultime due settimane ne hanno prodotti di particolari. C’è la tripletta di Aaron Brooks e un Norman Powell d’antologia, prima di addentrarci in un colpo vintage che fa impallidire tutti i trilionisti di questa e altre generazioni. Il nome è un insospettabile degli insospettabili.