Draft 2020, i prospetti Europei: gli outsider

670
Draft

I prospetti Europei che abbiamo analizzato finora (Maledon & Hayes, Avdija & Sylla ) hanno grandi probabilità di essere chiamati al prossimo draft, anzi ci stupiremmo del contrario ed alcuni di loro potrebbero finire anche molto in alto. Oltre a quei quattro però ci sono una serie di giocatori che potrebbero essere chiamati ad un secondo giro al draft ma anche rimanere in Europa, al momento sono in una sorta di limbo e qualcun altro potrebbe aggiungersi nei prossimi mesi. Andiamo a scoprire alcune di queste gemme più o meno nascoste

Arturs Kurucs ( ’00, SG, 191cm )

Buon sangue non mente: il fratello di Rodions è un tiratore mortifero, letale in situazioni di catch-and-shoot, con un rilascio rapido e percentuali sopra il 40% dall’arco. E’ anche buon handler, in grado di attaccare il ferro e rapido in transizione. Si sta mettendo in mostra con il VEF Riga (dove è in prestito dal Baskonia) nella Basketball Champions League ed è da sempre uno dei giocatori più osservati nelle varie competizioni Fiba Under di categoria

Leandro Bolmaro ( ’00, SF, 201cm )

L’ala Italo-Argentina, complice anche i tanti infortuni tra gli esterni del Barça, ha trovato più spazio del previsto nelle rotazioni in ACB e in Eurolega. Bolmaro ha un grande talento, può ricoprire più ruoli ed è molto creativo e dotato di una visione di gioco incredibile. Ottimo atleta, in grado di penetrare a canestro e di dir la sua anche in difesa.

Arturs Zagars (’00, SG/PG, 191cm )

Il prospetto Lettone è in grado di ricoprire entrambi gli spot di guardia, è un ottimo handler, ha una buona visione di gioco e può colpire dall’arco. Quest’anno il suo minutaggio a Badalona è stato piuttosto limitato sia in campionato che in Eurocup e le percentuali ne hanno risentito ma ciononostante molti addetti ai lavori sono pronti a scommettere su di lui.

Paul Eboua (’00, SF, 201cm )

La stagione non proprio esaltante di Pesaro non lo sta certo aiutando, eppure Eboua finora è stato uno dei più positivi dei suoi. Dotato di un “telaio notevole”, è un atleta incredibile, verticale e gran rimbalzista. Rivedibili le percentuali ai liberi e in generale il suo tiro è ancora da costruire ma non per questo è battezzabile. Su di lui avevamo già scommesso l’anno scorso quando giocava in A2 a Roseto. Ha i mezzi per difendere su ogni ruolo (almeno in Europa) e ha dimostrato di essere un giocatore decisamente eclettico.

Carlos Alocen ( ’00, PG, 196cm)

Di proprietà del Real Madrid che lo ha girato in prestito a Saragozza, sta giocando tanti minuti (oltre 20 di media) sia in ACB che in Champions League. Alocen è un play molto rapido, un ottimo handler con buone letture sui pick-and-roll, in grado di attaccare il ferro ma anche di rendersi pericoloso senza palla.

Pelle Larsson (’01, SG, 193cm )

La guardia Svedese si è messa in luce agli Europei U18 categoria B dove ha messo cifre di tutto rispetto sorprendendo un po’ tutti gli addetti ai lavori. Ottimo atleta, non ha un tiro affidabilissimo ma sa schiacciare a canestro con le sue doti di slasher. Difficile reperire video del campionato svedese, il suo “trampolino di lancio” per l’NBA potrebbe essere il college, dall’anno prossimo infatti giocherà per Utah University

 

Honorable Mention

Citiamo in ordine sparso altri possibili protagonisti e sorprese in ottica draft:
Usman Garuba (’02) del Real Madrid che non può ancora dichiararsi ma che, c’è da scommettere, potrebbe essere la “next big thing” NBA proveniente dall’Europa.
Henri Drell (’00) non riesce ad incidere a Pesaro ma ha fatto intravedere le sue doti di tiratore, è ottimo atleta ed ha un buon QI cestistico.
Malcolm Cazalon (’01) sta facendo molto bene a Leuven e si era messo in luce agli Europei U18.
Aleksej Pokusevski (’01) lungo che si sta mettendo in mostra nella A2 Greca all’Olympiakos ma che in Eurolega non sta trovando spazio.
Yam Madar (’00) guardia Israeliana dell’Hapoel Tel Aviv con minuti e cifre di tutto rispetto.
Vrenz Bleijenbergh (’00) ala Belga che sta trovando spazio nella Basketball Champions League.
– Abdoulaye N’Doye (’98) altra guardia Francese con percentuali molto buone nella LNB.