Esposito: “Non guardo al passato, a Brescia per progredire e consolidare”

0
Esposito
Vincenzo Esposito, fonte: Germani basket Brescia
Al raduno della Leonessa, dopo le parole di David Moss, vero cuore pulsante della squadra, e Andrea Zerini uomo tutto fare, è arrivata la professione d’intenti di coach Vincenzo Esposito e le idee di Tommy Laquintana.

VINCENZO ESPOSITO

– Inizia una nuova stagione, quali sono le aspettative? C’è l’eredità di Diana che è un allenatore che ha lasciato il segno nel cuore tifosi

Ogni avventura, indipendentemente dall’eredità che ti lasciano e dalla pressione, credo che vada presa con grande entusiasmo e con lo spirito di cercare di portare la squadra ai traguardi più alti possibili. A me non piace guardare il passato bello o brutto che sia stato, ma mi interessa soltanto il presente e cercare di renderlo il migliore possibile per raggiungere grandi traguardi per il futuro.

Ho scelto Brescia perché è una società che negli ultimi 10 anni ha fatto dei passi da gigante, si è consolidata a livello societario, di roster, di budget, rispettata a livello nazionale e internazionale ed è un’occasione importante per me ripartire in LBA in una realtà come questa.
Sono molto contento per il tipo roster che abbiamo allestito insieme e per come a livello di tempistiche siamo riusciti a costruirlo. Adesso la cosa più importante sarà quello che avverrà in mezzo al campo, con calma quando arriveranno tutti i giocatori si inizierà a lavorare per farsi trovare pronti all’inizio del campionato.
– Che tipo di squadra dobbiamo aspettarci? Difesa e gioco in transizione?
Una squadra che ha chiari gli obiettivi a seconda dei momenti della partita e della stagione e quindi che sappia cavalcare le situazioni e i giocatori più caldi del momento, una squadra che naturalmente non dovrà far mancare il proprio impegno e quindi impostata sulla difesa e sulla corsa. Sarà importante farsi trovare pronti nei momenti caldi della stagione e soprattutto in forma fisicamente per avere benzina da spendere per tutti i 40 minuti.
– Guardando il roster questa squadra sembra avere tanti possibili protagonisti e non solo una singola stella
Abbiamo tre giocatori importanti che fanno parte del roster della nazionale, i nuovi acquisti forse non sono giocatori che hanno dominato nelle loro precedenti esperienze ma hanno tutti una carriera solida e valida alle spalle, a volte conta poco il nome, non è importante essere considerati una stella ma dimostrare solidità in mezzo al campo, giocatori come Lansdowne, Cain che lo ha già ampiamente dimostrato in Italia, Koening, la storia di Moss parla per lui.. Abbiamo un roster molto solido e credo che a turno diversi giocatori potranno essere la stella di quella partita
Che tipo di campionato ti aspetti? 17 squadre di cui 2 sembrano nettamente favorite rispetto alle altre…
Anche Venezia e Sassari hanno dei roster importanti, attenzione anche a loro e a non concentrarsi solo sull’Olimpia e sulla Virtus, noi dobbiamo concentrarci e cercare di entrare tra le migliori otto e poi strada facendo vedremo fin dove possiamo arrivare.
Il girone di Eurocup è tosto, con due big come Darussafaka e Kazan e delle altre direi che nessuna è abbordabile.. Quali sono gli obiettivi?
L’Eurocup è una competizione di altissimo livello, possiamo considerarla un allargamento dell’Eurolega, con formazioni di altissimo livello con budget importanti e roster di grande qualità. Il nostro obiettivo è di collocarci tra le prime quattro del girone, cosa che ci permetterebbe di passare il turno, ma vedremo di settimana in settimana fin dove possiamo spingerci

TOMMASO LAQUINTANA

Hai già lavorato con coach Esposito, cosa ci dici di lui? Che allenatore è?
E’ un allenatore onesto e sincero, a Pistoia l’ho avuto l’anno dopo Capo d’Orlando dove avevo finito la stagione un po male e lui mi ha rilanciato. E’ un allenatore che se dimostri che ci tieni e lotti ti da le tue opportunità e responsabilità, sono molto felice di ritrovarlo a Brescia quest’anno
Quali sono i tuoi obiettivi e quelli della squadra quest’anno?
A livello personale l’obiettivo è quello di continuare a crescere e di migliorare, mentre a livello di squadra spero che sarà l’anno del riscatto, vorrei fare meglio dell’anno scorso, lo vogliamo tutti e in questo Enzino è perfetto
Vieni da un ottima annata, hai scelto di rimanere a BS anche se nel tuo ruolo non mancherà la concorrenza con Vitali e Koenig
Con Koening e con Vitali potremmo anche giocare insieme, sarà stimolante, l’importante sarà farmi trovare pronto e portare sempre il mio contributo
L’anno scorso abbiamo visto una Leonessa a due facce, ovviamente quella del girone di ritorno è quella che preferiamo ricordare, è da lì che volete ripartire?
Si speriamo di continuare dove abbiamo finito l’anno scorso e di riscattarci dopo una stagione non proprio entusiasmante
La Virtus e l’Olimpia hanno fatto acquisti importanti, come vedi la LBA quest’anno?
Il livello si è alzato, sarà bello e stimolante giocare contro campioni del calibro di Teodosic e Rodriguez