Italbasket, rimonta vincente: le pagelle di Estonia-Italia

290
Una fase della partita (Twitter Italbasket)

Due sue due. L’Italia dei giovani fa il bis e, dopo la vittoria di giovedì sera con la Russia, passa anche in Estonia (87-81). Una partita a due facce quella degli azzurri: il primo tempo in grande difficoltà contro l’aggressività dei padroni di casa, il secondo con una crescita difensiva e maggiore fluidità, quando escono i maggiori valori della formazione di Sacchetti.

Dopo un primo quarto equilibrato, sono Kisting e Kullamae a dare il via al parziale della squadra estone, trascinata dai 10.000 del palazzo di Tallinn. Il +14 sul tabellone pare designare una brutta prova per gli azzurri, ma l’intervallo cambia tutto. Spissu e Akele guidano la rimonta, Fontecchio e Ruzzier pareggiano e sorpassano, poi Vitali e Ricci mettono la parola fine.

Le pagelle di Estonia-Italia

Spissu 6.5 – Un primo tempo un po’ sottotono, poi è uno dei grandi protagonisti della rimonta nel terzo periodo, con 8 assist.

Fontecchio 6.5 – Sale drasticamente di tono nella ripresa, con alcune giocate di puro talento ed atletismo. Punti chiave nel terzo periodo.

Tessitori 6 – Partita senza errori al tiro, anche se gioca poco, perché Sacchetti va spesso con il quintetto piccolo

Ricci 7.5 – Una partita molto solida, con grande personalità e tanti assist. Mette anche le due triple che mandano in archivio il confronto. MVP di serata

Spagnolo sv – Solo pochi minuti sul parquet

Bortolani ne

Baldi Rossi 6.5 – Il migliore del primo quarto, poi un po’ di alti e bassi. Comunque sempre presente.

Ruzzier 6 – Non un ottimo impatto sul match, cresce nella ripresa e mette canestri importanti

Tambone 5.5 – Forse un po’ di emozione per il debutto. Qualche errore nei minuti sul parquet.

Vitali 7 – Uno dei pochi a trovare con continuità il canestro nel primo tempo, poi nella ripresa lascia il palcoscenico ai compagni. Ma c’è sempre, quando viene chiamato in causa. E mette due triple nel finale.

Akele 7 – Uno degli uomini chiave per ribaltare l’inerzia della partita, con l’energia sui due lati del campo ed a rimbalzo.

Candussi 6 – Mette a segno il suo primo canestro in maglia azzurra