Italia, chiusura con una vittoria: ora c’è la Serbia. Le pagelle

697
Ricci lotta sotto i tabelloni contro la Gran Bretagna (foto Fiba)

L’Italia chiude il suo impegno con la vittoria sulla Gran Bretagna (90-56), ma non serve per evitare il quarto posto nel girone, già definito dal successo pomeridiano della Croazia. Da Praga non arrivano sorprese, la Serbia vince nettamente sulla Polonia e sarà la rivale degli azzurri domenica alle 18 a Berlino. Un impegno durissimo, forse proibitivo, contro una delle squadre che ha più impressionato nel corso della prima fase, seppur in un girone non certo impossibile. Per noi c’è il dolce ricordo di un anno fa, quando arrivò l’impresa a Belgrado, ma questa volta c’è Nikola Jokic e non c’è il ‘pericolo’ possano sottovalutarci. Comunque, si partirà 5 contro 5 e da 0-0 e chissà non possa arrivare un altro colpaccio. Provarci è un obbligo.

La partita di questa sera, con la commozione britannica al momento dell’inno e del minuto di silenzio per la scomparsa della Regina Elisabetta, non aveva alcuna valenza per la classifica, ma gli azzurri hanno comunque onorato il pubblico del Forum, giocando una gara seria. Pozzecco ha tenuto il quintetto classico, per poi dare però spazio a tutti e distribuire i minuti tra tutti, in modo da non affaticare nessuno verso la sfida ad eliminazione diretta. Il break è arrivato a cavallo dell’intervallo lungo, quando l’Italia è andata in doppia cifra di vantaggio ed ha poi allungato. Oltre ai ‘soliti’ Melli e Fontecchio, da segnalare un Ricci molto pimpante.

Italia-Gran Bretagna: le pagelle

Spissu 6 – Un paio di buone giocate, poi c’è spazio per altri

Mannion 5.5 – Non trova il feeling con il canestro, anche con un paio di triple aperte sbagliate

Biligha 6.5 – Solita energia quando entra, trova anche alcune buone conclusioni

Tonut 6.5 – Più convinto in attacco di altre partite

Melli 7 – Festeggia le 100 presenze in azzurro con un’altra prova di grande sostanza, anche in una serata senza nulla in palio

Fontecchio 7.5 – Vale più o meno lo stesso discorso di Melli. Non si risparmia, regalando giocate di livello.

Tessitori 6 – Qualche minuto sul parquet e i primi punti all’Europeo.

Ricci 7 – Gran bella partita tra punti, rimbalzi e battaglia vicino a canestro.

Baldasso 6 – Trova i primi minuti e punti di Eurobasket

Polonara 6 – Un paio di canestri, qualche errore. Serviranno le sue giocate contro la Serbia.

Pajola 6.5 – Continua il buon trend, dopo la gran prova contro la Croazia

Datome 7 – Ritrova il feeling con il canestro da fuori e chiude definitivamente il match. Un ‘riscaldamento’ verso la Serbia.