Eurobasket: la finale è Spagna – Francia

155
Credit FIBA

È stata una bella partita, con le due squadre che si sono superate, rincorse e superate ancora tra di loro per tutti i 40 minuti.

Schroder e Brown a guidare le operazioni per le rispettive nazionali, ma un uomo solo merita la copertina di questa semifinale con una chiamata difensiva di altri tempi: Don Sergio Scariolo porta per l ‘ennesima volta in finale in una competizione europea la sua Spagna, rifondata completamente ma con al timone uno come Rudy Fernandez che definire un vincente è poco molto poco. Finisce 96 a 91.

Nel primo quarto è la Spagna che controlla le operazioni, puntando al ferro quando possibile o cercando il tiro da tre, la Germania risponde canestro su canestro con i suoi Schroder e Theis, chiudendo il quarto sul 24 a 27.

Una Spagna molto lucida e reattiva, contro una Germania un po’ contratta in attacco e leggera in difesa, il quadro del primo quarto.

Nel secondo quarto, la Spagna cerca di aumentare il ritmo con due triple di Rudy Fernandez, si porta sul +9 dopo due minuti del secondo quarto obbligando la Germania ad un minuto di sospensione che porta i suoi frutti, la Germania migliora il ritmo offensivo ed aumenta la pressione in difesa, Schroder con Weiler Babb e Thiemann confezionano diverse buone giocate ed i padroni di casa tornano in vantaggio +7 per andare poi all’intervallo sul 51 a 46.

Schroder in 20 minuti: 19 punti e 5 assist mentre la Spagna chiude il primo tempo con un 15/18 al tiro da due, ecco gli elementi caratteristici del primo tempo.

Inizia il terzo quarto, con la Spagna in difficoltà ma Brown la riporta in avanti 61 a 57 dopo 5 minuti, negli ultimi minuti continua l’altalena nel punteggio ed è la Germania a tornare davanti quando mancano dieci minuti alla sirena per 71 a 65 per i tedeschi.

Dopo 4 minuti le due squadre sono ancora in parità sul 77 a 77 a dimostrazione di una partita ben giocata e combattuta, ma la Spagna sviluppa giochi in attacco e soprattutto chiusure difensive che le permettono di prendere l’ennesimo ed ultimo vantaggio per guadagnarsi la finale contro la Francia.