Eurocup: Brescia lotta ma il cuore non basta, Ankara vince la battaglia, le pagelle

226

Sfida europea bella e tirata in quel di Ankara, tra due squadre che pur non avendo una gran tradizione europea hanno dimostrato di non sfigurare a questo livello. Brescia ha giocato una prestazione convincente su entrambi i lati del campo e per buona parte della partita ha dato l’impressione di poterla portare a casa. Ankara si è dimostrata una squadra attrezzata per arrivare fino in fondo, che va a folate e quando si accende diventa davvero difficile da arginare. Negli ultimi minuti del match i padroni di casa hanno dimostrato di averne di più ed hanno vinto meritatamente, risultato finale 77-69.

Turk Telekom Ankara

Guler s.v.

Yagmur s.v. 

Oncel 5,5: non lascia un gran segno nella partita.

Erden n.e. 

Demir 6,5: due triple in apertura del match, stasera è particolarmente ispirato dall’arco.

Taylor 6: non sempre legge bene la difesa di Brescia, sale di livello alla ripresa.

Grant 6: l’ex Milano abbina playmaking ad una difesa competente.

Yilmaz 7: giocatore non sempre appariscente ma davvero solido ed efficace. Apporto fondamentale.

Eric 5,5: non incide nel match.

Sestina 6: oltre a mettere triple non appena ne ha l’occasione sfrutta bene i mismatch attaccando sulla linea di fondo, nella propria metà campo patisce la scarsa mobilità e commette troppi falli.

Bouteille 8: ci mette un pochettino ad entrare in partita ma poi fa vedere di che pasta è fatto mostrando tutta la sua immensa classe.

Jones 7: due falli in un amen che non ne limitano l’impatto, è un ottimo finalizzatore del gioco e fa un gran lavoro a rimbalzo.

Pallacanestro Brescia

Gabriel 7: tutti suoi i primi canestri della Germani, primo tempo monumentale, purtroppo cala nella ripresa. Quanto era mancato!

Massinburg 7,5: ogni tanto ha dei passaggi a vuoto nella propria metà campo ma in attacco mostra tutto il suo talento mettendo canestri di una bellezza abbacinante.

Nikolic 5,5: è un bel cagnaccio in difesa ed ha buone letture offensive ma stasera sbaglia tanto al tiro.

Della Valle 6: costantemente raddoppiato è abile ad attaccare e cercare i falli. Quando può scoccare un tiro dall’arco o punire dal pick and roll non si tira certo indietro.

Caupain 5,5: va al suo passo che non sembra essere lo stesso del resto della squadra.

Petrucelli 6: mette la solita energia in difesa, qualche canestro in penetrazione ma è meno lucido del solito.

Cobbins 6,5: primo tempo spettacolare in difesa e nelle intangibles, poi fatica anche lui.

Odiase 5,5: non sempre perfetto nelle scelte in difesa.

Burns 5,5: in certe occasioni pasticcia un po.

Cournooh 6: molto bravo ad attaccare l’area e a prendersi responsabilità in attacco.

Moss s.v.

Akele 6: si fa trovare pronto non solo in difesa.