Eurocup: Brescia si spegne ancora nel finale e Ulm ne approfitta, le pagelle

62

Brescia mette in campo quintetti atipici schierando in certe fasi un “quintettone” con Akele da 3 e altri decisamente small con tre guardie contemporaneamente. Ulm invece ha dato spazio a tutti i suoi giocatori con rotazioni lunghe che hanno permesso anche ai suoi giovani talenti di mettersi in mostra. In questa partita a scacchi, per tre quarti molto equilibrata, nell’ultima frazione di gioco Ulm ha preso il largo grazie ad una gran prova balistica che ha condannato ancora una volta la Leonessa. Risultato finale 72-85.

Germani Brescia

Gabriel 6: comunque vadano le cose Kenny è sempre una certezza al tiro, in penetrazione, in difesa.

Massinburg 5,5: primo tempo incolore, sale di livello alla ripresa ma quando i buoi erano scappati dalla stalla.

Nikolic 5: detta i ritmi della squadra ma non si rende mai veramente pericoloso in attacco.

Della Valle 5,5: polveri bagnate dalla lunga distanza ma è abile come sempre ad andare spesso in lunetta e a convertire. E’ un periodo complicato ma è lecito aspettarsi qualcosa di più anche dallo scorer della Germani.

Taylor n.e.

Odiase 7: tutti suoi i primi punti della Germani, nel primo tempo porta a scuola Caboclo.

Burns 5,5: finalizza il gioco e serve i compagni negli short roll ma è comunque insufficiente.

Laquintana s.v.: una tripla ignorantissima a fine terzo quarto e poco altro da segnalare.

Cournooh 6: buon lavoro in difesa e si prende responsabilità al tiro.

Moss 5,5: a mancare non è certo la voglia ma piuttosto le gambe.

Akele 6: non riempie il tabellino ma si fa notare nelle intangibles e a rimbalzo.

Ratiopharm Ulm

 

Dos Santos 7,5: in attacco si rende pericoloso con le sue scorribande, in difesa è sempre fastidioso sul portatore di palla avversario.

Paul 6,5: l’ex Eurolega alterna alcuni passaggi a vuoto a momenti in cui mostra il suo gran talento.

Christen 6,5: allarga il campo colpendo ripetutamente dall’arco.

Núñez 6: diversi scout NBA presenti al PalaLeonessa per osservarlo da vicino. Mostra lampi del suo talento, non ha ancora un tiro affidabile ma la visione di gioco è di livello top.

Klepeisz 6: porta tanta energia lottando su ogni pallone.

Hawley 6,5: un cecchino dalla lunga distanza.

Jallow 6: partecipa anche lui al festival delle triple dei suoi.

Zugic 5: il giovane montenegrino è molto nervoso e non brilla particolarmente.

Caboclo 6: inizio complicato, perde nettamente il duello con Odiase ma alla fine mette mette comunque 10 punti e cattura 8 rimbalzi.

Fuchs 6: fa un buon lavoro vicino a canestro nei pochi minuti in cui rimane in campo.