Eurocup: Brescia torna a sorridere in Eurocup, espugnata Ljubljana, le pagelle

94

Partita caratterizzata da sorpassi e contro-sorpassi, Brescia è partita fortissimo con un gran primo quarto nel quale Magro ha ruotato quasi tutti i suoi uomini ma poi ha subito il rientro dei padroni di casa. Nel finale punto a punto Brescia è stata lucida e grazie a una tripla di Massinburg e ai liberi di Della Valle è tornata alla vittoria in Eurocup, partita che si è conclusa 80-83.

Cedevita Olimpija Ljubljana 

Rebec 6: utile per alzare i ritmi in uscita dalla panchina e per far rifiatare Ferrell.

Ferrell 7: mette canestri pesantissimi da qualsiasi distanza, ha il ghiaccio nelle vene, quasi sprecato a questo livello.

Radovic 5,5: non lascia un gran segno nei 7 minuti in cui rimane in campo.

Jeremic s.v.

Alibegovic 6: sbaglia tanto al tiro ma è comunque uno dei più reattivi dei suoi.

Muric 7,5: tiratore infallibile dall’arco, 23 punti e un clamoroso 6/8 dall’arco. Che cecchino!

Mulalic s.v. 

Adams 6: abile a sfruttare gli errori della difesa Germani, nella propria metà campo non brilla certo per intensità.

Matkovic s.v.

Gnjidic s.v. 

Omic 6: fa sentire la sua presenza nel pitturato.

Dragic 6,5: tanta classe per il fratello di Goran che è abilissimo a lucrare tiri liberi.

Germani Brescia 

Gabriel 6,5: si vede poco nel primo tempo, alla ripresa lotta come sempre ma purtroppo per Brescia è davvero impreciso. Mezzo punto in più perché nel finale piazza alcune difese di altissimo livello.

Massinburg 7,5: è ufficiale, CJ si è sbloccato e non si ferma più, non sempre perfetto in difesa ma mette una tripla fondamentale nel finale.

Nikolic 6,5: si prende responsabilità, crea per se e per i compagni, peccato per i tre falli nel primo tempo che ne compromettono in parte l’utilizzo alla ripresa.

Della Valle 7,5: segna in qualsiasi modo, in transizione, in uscita dai blocchi, attaccando il ferro. Poco preciso dall’arco ma è lucido ai liberi nel finale.

Taylor 7: nel suo esordio in bianco blu nel quale mostra subito di che pasta è fatto, piedi a terra è una sentenza.

Cobbins 6: presente a rimbalzo, guida la difesa di Brescia e finalizza in attacco anche se ogni tanto ha dei blackout

Odiase 5,5: in difesa stoppa qualsiasi pallone che passi dalle sue parti, in attacco però non si vede mai.

Burns 5,5: convince solo a metà.

Laquintana 6: mette canestri anche fortunosi e porta tanta energia.

Cournooh 6: poco appariscente ma fa sempre la giocata giusta.

Moss 6: parte in quintetto e risponde presente, un pochino nervoso alla ripresa.

Akele 6: non incanta ma è comunque utile alla causa.