EuroCup: la Reyer sbanca Gran Canaria e ai Playoff sarà contro Boulogne, le pagelle

171

L’Umana Reyer Venezia chiude la Regular Season della sua EuroCup battendo a domicilio il Gran Canaria. Prova difensiva autorevole della squadra di coach De Raffaele contro la prima del girone B. Tanto sacrificio, senso di squadra e generosità per l’Umana Reyer Venezia di coach Walter De Raffaele che ha dovuto fare a meno di Daye, Vitali, Tonut e Morgan (oltre a Sanders) per vincere questa partita contro una squadra molto preparata come il Gran Canaria di coach Porfi Fisac. La Reyer ai Playoff se la giocherà (19-20 aprile) quindi contro i francesi del Boulogne Metropolitans 92, terzi nel Girone A. Alla Gran Canaria Arena il risultato finale dice 69-76 in favore degli oro-granata.

GRAN CANARIA

Balcerowski 5,5: inizia bene nel pitturato, poi Watt e Brooks gli prendono benissimo le misure e cala nettamente.

K. Diop 7: tre canestri (con poster su Echodas) tra fine primo periodo e inizio secondo lo accendono, da fine terzo quarto è il baluardo sul quale si regge il Gran Canaria, ma il quintetto basso di De Raffaele nell’ultimo periodo lo “ipnotizza”

Albicy 6: perde il duello con Theodore, si vede poco in attacco nonostante buonissime stats (7 rimbalzi e 6 assist)

Salvo 4,5: parte in quintetto, assente ingiustificato nei suoi 13′ di partita.

Slaughter 5: l’uomo mascherato che combina troppe palle perse (4 alla fine)

Brussino 6,5: si becca un fallo tecnico a fine primo quarto, alla fine si sveglia di colpo mollando per ultimo la nave segnando tutto il suo fatturato nell’ultimo quarto.

Lopez 5,5: una tripla, 3 assistenze e poco altro.

Pustovyi 4,5: 4’43” di gioco subendo una stoppata monster da Watt e combinando due perse. Non male, anzi, proprio per niente.

Shurna 7: nel secondo quarto è l’unico a segnare per Gran Canaria nel tentativo di non far scappare la Reyer, ci mette buone qualità nelle due metà campo ed alla fine è tra i migliori della squadra.

I. Diop 5,5: una coppia di liberi, qualche carambola catturata.

Stevic 6,5: l’espertissimo 38enne serbo è sempre lui, grezzo, un po’ efficace a rimbalzo anzi che no.

UMANA REYER VENEZIA

Stone 6,5: sì ok, 2/9 al tiro, ma è enorme la sua difesa e la sua presenza che ci mette nella difesa reyerina.

Bramos 6: il tiro da fuori non entra proprio al capitano (0/5 dall’arco), ma sa come ben colpire e metterci lo zampino difensivo.

Tonut NE

De Nicolao 6: 2 triple a segno, dettami attenti alla squadra e molto fosforo messo accanto a Theodore.

Echodas 5: va in situazioni critiche difensive contro Khalifa Diop, un -10 di plus/minus è tutto dire.

Morgan NE

Mazzola 6,5: tanti rimbalzi catturati e quella tripla del +9 a 3’35” dalla fine che da l’inizio alla chiusura del match.

Brooks 7: mette una grande solidità tra le due metà campo, chiude come miglior marcatore dell’incontro.

Theodore 7,5: gioca una partita a tutto campo con attenzione e regia (7 passaggi vincenti), cattura 8 rimbalzi, punge su Albicy e dopo le 7 perse contro Reggio Emilia, stavolta ne fa 0 nella voce statistica.

Cerella 6: il suo solito lavoro egregio in difesa e tanto mestiere speso in campo per aiutare i compagni.

Watt 7: sostanzialmente è un muro in difesa, risulta molto efficace in attacco e tanto preciso ai liberi. Solo i falli commessi limitano il suo impiego.