Eurocup: le pagelle di Germani Basket Brescia – EWE Baskets Oldenburg

219
Fonte: Eurocup

Dopo aver sconfitto Milano in campionato la Leonessa Brescia batte anche i tedeschi dell’Ewe Baskets Oldemburg per 70-67 al termine di una gara molto combattuta.

GERMANI BRESCIA LEONESSA

Vitali 7: mette la sua classe e la sua esperienza al servizio della squadra sacrificandosi anche in difesa.
Lansdowne 6,5: in attacco è un manuale di scelte e letture, qualche errore di troppo nel secondo tempo ma non trema nel tirare i liberi nel finale.
Abass 6,5: si fa preferire in attacco che in difesa con alcuni canestri di pregevole fattura.
Horton 7,5: avvio complicato con tanti errori al tiro ma poi aggiusta la mira e riparte da dove lo avevamo lasciato confermando di essere uno dei trascinatori di questa squadra.
Cain 7: sempre presente sui lati del campo, sfiora la doppia-doppia.
Sacchetti 5: non sembra essere la sua serata, una palla persa banale e un airball.
Silins s.v: rimane troppo poco in campo per poter essere giudicato.
Zerini 6: difesa pazzesca contro un osso duro come Mahalbasic.
Moss 6,5: ancora una volta è l’anima della squadra che si affida a lui nei momenti di difficoltà.
Warner s.v: era la sua ultima partita a Brescia e tutto sommato non ha sfigurato nei 3 minuti in cui è rimasto in campo.
Laquintana 6: alti e bassi, ma lotta e si sbatte portando comunque il suo contributo alla causa.
Guariglia n.e.

EWE BASKETS OLDEMBURG

Moore 5,5: il giocatore col nome più figo di tutta l’Eurocup alterna alcune cose buone ad altre meno.
Hobbs 6: si fa preferire in fase realizzativa che nella costruzione del gioco.
Sears 5: non entra mai veramente in partita.
Tadda 5,5: non si è preso nemmeno un tiro in attacco ma è dall’altro lato che lascia maggiormente il segno.
McClain 4,5: 3 falli in meno di 3 minuti.
Kessen n.e.
Amaize 5,5: 3 punti e sufficienza solo sfiorata.
Paulding 7: segna in ogni modo, da 3, attaccando il ferro, sfruttando il fisico. Eterno.
Mahalbašić 7,5: 13 punti, 9 rimbalzi e 6 assist. Incontenibile per larghi tratti della gara: gran bel gioco in post ed alcune ottime visioni.
Schwethelm 6: non sfigura nei 15 minuti in cui è rimasto in campo.
Larson 6,5: buona prova per l’ex Varese che quando attacca il ferro con decisione è davvero difficile da fermare.