Eurolega: Datome e Delaney trascinano l’Olimpia Milano, le pagelle

404
Olimpia Milano
Fonte: Olimpia Milano

Partita solidissima dell’Olimpia Milano che vince 95-80 contro il Valencia nel segno del tiro da 3 e di un grande Gigi Datome.
Valencia soffre chiaramente per le assenze ma non trova continuità difensiva subendo soprattutto nel tiro da lontano come dimostra il 16/27 dei milanesi. Le pagelle del match:

OLIMPIA MILANO

Kevin Punter 6,5: sembra non brillare ma si accende nel secondo quarto con una bella difesa e una tripla pazzesca che chiude virtualmente il match. Importantissimo.

Zach LeDay 7: qualche amnesia difensiva di troppo e in attacco inizia con grande difficoltà. Poi sale di tono, trova la tripla e colpisce in avvicinamento. Sempre più continuo.

Riccardo Moraschini 6: inizia come a Madrid con la grande difesa e un gioco da 4, poi si perde nella partita. La ripresa fisica però è evidente e la squadra ne beneficia tantissimo.

Michael Roll 7: il voto è quasi tutto per la difesa, pazzesco come nei momenti di difficoltà sporca ogni azione di Valencia. Più importante di quanto dica il tabellino.

Sergio Rodriguez 6: inizia benissimo, regala spettacolo poi esagera con qualche giocata. Difensivamente non c’è ma non è una novità. Oggi è servito di meno.

Kaleb Tarczewski 6,5: in netta ripresa e si nota soprattutto nella metà campo difensiva dove chiude su qualsiasi giocatore. Notevole un canestro in post basso e l’assist per la tripla. Questo è il Kaleb che serve all’Olimpia.

Malcolm Delaney 7,5: the real Malcolm Delaney, in partita dal primo minuti con le triple (4/6) e gli assist. Sontuoso.

Jeff Brooks 6,5: non gioca tanto ma quando è in campo si nota subito la sua presenza. Difesa e anche sempre pronto ad attaccare il ferro. Essenziale.

Kyle Hines 6: in evidente calo fisico, ha bisogno di rifiatare. Sbaglia cose non da lui poi però fa sempre quelle 2-3 azioni importanti che valgono la sufficienza.

Luigi Datome 9: ci teneva a far bella figura con l’amico Kalinic? Il capitano azzurro punisce ogni scelta difensiva di Valencia mitragliando dall’angolo. Sono 27 punti con 6 importantissimi rimbalzi. MVP.

 

VALENCIA BASKET

Kelem Prepelic 6,5: non è a posto e si vede, infatti gioca solo 16 minuti. Quando è in campo però colpisce a ogni occasione.

Jaime Pradilla 5: si vede la giovane età infatti sono pochi i minuti in campo. Non la sua partita ma il ragazzo si farà.

Luois Labeyrie 6,5: a rimbalzi sempre fondamentale, prova a punire con le triple ma è altalenante. Si sbatte difensivamente.

Sam Van Rossom 5,5: non replica il partitone dell’andata ma colpisce dall’arco. Da rivedere in difesa.

Mike Tobey 5,5: troppo falloso e la partita ne risente. Qualche punto qualche ottimo rimbalzo ma ci si aspettava forse qualcosa di più.

Nikola Kalnic 7: solidissimo in difesa e punisce in attacco. Qualche palla persa di troppo ma se Valencia riesce quasi a riaprirla è merito suo.

Guillem Vives 6: ottimi i 5 assist ma lo 0/4 dall’arco è pesante.

Fernando San Emeterio 5: veterano immortale, ma non è la sua partita. Soffre l’atletismo milanese.

Derrick Williams 7: lui l’atletismo lo sfrutta bene e colpisce in avvicinamento. Si mangia un poster contro Punter davvero inspiegabile, e li si perde un po’ via.

Martin Hermannsson 6: una manciata di minuti e un facile appoggio

Joan Sastre 5,5: bene in fase di costruzione di gioco ma poco incisivo in attacco

Malato di palla a spicchi, Steve Nash come religione di vita. Tifo i Suns perché vincere gli anelli Nba evidentemente non fa per me. Se non vi piacciono le Final Four di Eurolega non vi voglio nemmeno conoscere (quasi cit)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

*

code