Eurolega: gambe ferme per l’Olimpia e l’Asvel di Lighty interrompe la striscia, le pagelle

221
Olimpia Milano
Flickr Olimpia Milano

Partita fisica che l’Olimpia Milano subisce, perdendo 78-69 contro un Asvel insidioso ma sopratutto continuo per tutti i 40 minuti di gioco.
I milanesi sono apparsi stanchi e in calo fisico, cosa che hanno pagato nettamente contro l’atletica squadra francese che ha trovato in Lighty e Yabusele due ottime armi per mettere in difficoltà la squadra di Messina.

Le nostre pagelle:

ASVEL VILLEURBANNE

Paul Lacombe 5.5: pochi minuti e poca produttività per lui, male le due perse.

Antoine Diot 6: non una partita eccellente ma concreta in ogni suo aspetto. Qualche punto qualche rimbalzo un paio di assist e il mattoncino lo ha messo.

Moustapha Fall 6,5: sotto i tabelloni domina meno del previsto ma mette a segno un ottimo 4/5 dai liberi e concretizza quasi ogni passaggio dei suoi esterni.

Amine Noua 6: anche lui concreto un 2 punti e 2 assist in appena 12 minuti di gioco.

Ismael Bako 6: le tre stoppate valgono la sufficienza.

David Lighty 7,5: decisivo con le sue triple, il più continuo dei francesi con 16 punti e 3 assist. MVP di serata.

William Howard 7: triple e rimbalzi che fanno malissimo alla difesa biancorossa. Contributo importante.

Guerschon Yabusele 7,5: fa valere in fisico a inizio match ma si mostra continuo per tutta la gara con 14 importantissimi punti.

Norris Cole 7: stecca da lontano ma arriva spesso al ferro aggiungendo anche 4 rimbalzi e 4 assist.

Matthew Strazel 6: 11 minuti ampiamente sufficienti.

OLIMPIA MILANO

Kevin Punter 5: manca terribilmente con un brutto 2/12 al tiro, e la cosa pesa tantissimo sul match per l’Olimpia.

Zach LeDay 6: soffre in difesa ma in attacco trova sempre i suoi tiri. Alcuni però troppo corti, pare in down fisico.

Riccardo Moraschini 5: in attacco è quasi nullo ma mette in ritmo i compagni, mentre in difesa lotta come al solito a rimbalzo.

Shavon Shields 7: il migliore dei suoi con la sua solita eleganza al tiro. Tiene a galla Milano nel momento di difficoltà ma alla fine crolla anche lui, complice la non perfetta condizione fisica.

Kaleb Tarczewski 6: qualche errore di troppo in attacco ma a rimbalzo lotta egregiamente.

Malcolm Delaney 4: totalmente ingabbiamo dalla difesa dell’Asvel, 2/12 al tiro come Punter e direi che qui si racchiude tutta la sconfitta milanese.

Luigi Datome 5: appannato, fatica a tenere il ritmo fisico dei padroni di casa e Messina lo tiene a lungo seduto.

Michael Roll 6: il suo compito lo fa sempre con le triple e una buona difesa.

Kyle Hines 5,5: praticamente ormai è un play puro ma anche lui fatica a contenere la transizione dell’Asvel.