EuroLeague: i 13 club azionisti rimarrano sino al 2040

157
Euroleague
Ipa agency

La forza di EuroLeague nei confronti della FIBA è destinata a restare tale, almeno per altri due decenni. Secondo quanto riportato da BasketNews, le 13 formazioni azioniste della massima competizione europea per club avrebbero manifestato la volontà di rimanere nella Lega almeno sino al 2040.

Una decisione persa dagli stessi club nel corso dell’odierna riunione nella quale hanno confermato il loro impegno per i prossimi 15 anni. Il tutto con un due anni di anticipo rispetto alla scadenza contrattuale con IMG, prevista per il 2026.

Un segnale forte di continuità per EuroLeague, che vedrà le 13 sorelle, tra cui l’Olimpia Milano, costituire una base solida su cui programmare il futuro a medio e lungo periodo della competizione.

I 13 azionisti

E’ doveroso ricordare quali sono i 13 club azionisti della Lega che, quindi, hanno una licenza permanente che consente loro di partecipare a tutte le edizioni della competizione senza attendere decisioni altrui:

  • Anadolu Efes
  • Barcellona
  • Baskonia
  • Bayern Monaco
  • Fenerbahçe
  • LDLC Asvel Villeurbanne
  • Maccabi Tel Aviv
  • Olimpia Milano
  • Olympiacos
  • Panathinaikos
  • Real Madrid
  • Zalgiris Kaunas
  • CSKA Mosca

La prossima stagione

Questa decisione sarà ratificata la settimana prossima attraverso una votazione. Questo nuovo accordo non precluderà alcun accesso ad altre formazioni, cui potrebbe venir offerta una licenza pluriennale.

In occasione del prossimo incontro, arriverà anche l’annuncio ufficiale della composizione della prossima EuroLeague, col Valencia candidata numero uno a “retrocedere” in EuroCup per far posto al Paris.

Le wild card per la stagione 2024-205 dovrebbero essere assegnate a Crveza Zvezda, Partizan, Virtus Bologna e Alba Berlino.

Stefano Sanaldi
Quello con la palla a spicchi è stato amore a prima vista. Una volta appese le scarpe al chiodo, ho deciso di allenare le nuove generazioni per rimanere in questo fantastico mondo. E poter scrivere di pallacanestro è un piacere e un onore.