Euroleague: le pagelle di Fenerbahce-Olimpia Milano

342
Datome
Credits, Euroleague

L’Olimpia Milano tocca il -17, rimonta e se la gioca ma nel finale il Fenerbahçe è più cinico e porta a casa la vittoria ma NON ribalta il -13 dell’andata.

OLIMPIA MILANO

Amedeo Della Valle 5: Rinuncia a diversi tiri accontentandosi del palleggio-arresto-tiro dalla media, in difesa solite difficoltà

Vlado Micov 4: Fantasma per 40’ , sbaglia i suoi tiri e quelli importanti durante la rimonta.

Paul Biligha 3: Impalpabile e nocivo

Arturas Gudaitis SV: 8’ minuti, 2 punti, 1 bella stoppata ma non è la sua partita

Michael Roll 5: Qualche buon canestro ma da dietro l’arco solo 2 tentativi sbagliati tra l’altro.

Nemanja Nedovic 4: Un solo guizzo appena entrato poi perse le tracce

Keifer Sykes 5: 9 punti con 7 tiri dal campo, non riesce ancora a far la differenza

Andrea Cinciarini 5: Si sbatte in difesa su DeColo ma si ferma li.

Luis Scola 5: Mai in partita colpa anche di un ottimo Thomas.

Sergio Rodriguez 4: Conferma il momento di difficoltà, non riesce mai a cambiare marcia e il suo 4/12 pesa nell’economia della partita.

Kaleb Tarczewski 7,5: Nettamente il migliore in campo, 19 punti, 9 rimbalzi, 4 stoppate, 27 di valutazione, senza di lui oggi Milano rischiava l’imbarcata.

FENERBAHCE

James Nunnally 4/5: Si prende una super stoppata da Gudaitis ma per il resto non si nota

Leo Westermann SV: Una tripla nel primo tempo e stop.

Nikola Kalinic 6,5: Presenza fastidiosa per Milano, 10 punti, partita d’ordinaria amministrazione.

Kostas Sloukas 6,5: Anche per lui partita d’ufficio condita dalla tripla che ha chiuso i giochi.

Nando De Colo 6: Solo 12 punti per il francese, non forza come al solito, chiude con 5/11 dal campo

Derrick Williams SV:Gioca appena 5’

Malcolm Thomas 7: È lui il migliore in campo dei turchi, sempre suoi i canestri che fanno male a Milano, punisce sistematicamente gli errori dell’Olimpia e regala pure una super schiacciata.

Jan Vesely 6:Partita normale, niente d’eccezionale, 10 punti, 5 rimbalzi.

Luigi Datome 6:Parte forte e c’è la sua firma nell’allungo inizia del Fener, nella ripresa manca i tiri che avrebbero ucciso la partita.