Euroleague: Punter trascina l’Olimpia Milano ai Playoffs, le pagelle

486
Olimpia Milano
Flickr Olimpia Milano

Non c’è storia a Belgrado, la difesa dell’Olimpia Milano tiene a bada la Stella Rossa, surclassata 93-72 dal gioco di milanesi e dalla classica partita da ex di Kevin Punter.
Loyd e Dobric provano a tenere aperta la partita ma c’è poco da fare contro una Milano decisamente più efficace e pericolosa dal perimetro (da notare la prova balistica di Zach LeDay) che con questa vittoria conquista i playoffs, con la collaborazione della vittoria dell’Efes sul campo di Madrid.

STELLA ROSSA BELGRADO

Langston Hall 6: cerca di essere pericoloso da lontano ma non incide particolarmente.

Jordan Loyd 7: la Stella Rossa vive e muore con le sue giocate, unico costante pericolo offensivo. Milano fatica a contenerlo ma vince comunque in carrozza.

Aleksa Uskokovic 5: 1/6 al tiro che decisamente non basta per tenere aperta la partita.

Dejan Davidovac 5: ottimo a rimbalzo ma praticamente nullo offensivamente.

Branko Lazic 5: 19 minuti senza incidere in attacco e in difesa fa decisamente troppo poco.

Aleksa Radanov 5: 10 minuti di quasi nulla in campo.

Ognjen Dobric 7: pericolo costante dal perimetro, unico insieme a Loyd. Milano gli concede tanto spazio.

Marko Simonovic 5,5: inizia bene puntando l’avversario, poi però si perde e Milano lo chiude.

Marko Jagodic-Kuridza 5,5: efficace vicino al ferro con un bel 3/3 da 2, ma poco altro.

Ognjen Kuzmic 5,5: vederlo in campo è sempre un piacere ma non riesce mai ad entrare in partita.

Landry Nnoko 5: ci si aspettava un suo dominio a rimbalzo invece soffre la difesa milanese e fatica in difesa.

 

OLIMPIA MILANO

Kevin Punter 8: inizia con tanti errori poi il Chacho lo mette in ritmo e non si ferma più. Partita da ex che firma i playoffs.

Zach LeDay 7: bentornato Zainetto! Micidiale il suo 4/5 dalla lunga che mette subito il match nella giusta direzione. Il LeDay che tanto serviva a Milano.

Vlado Micov 6: sbaglia tanto ma tiene bene il campo e non fa brutta figura in difesa. Bene cosi.

Riccardo Moraschini 6: entra a partita chiuda ma con la faccia giusta e porta a casa 6 punti in 5 minuti.

Michael Roll 6: sempre fuori ruolo, sempre da finto playmaker ma smazza 4 assist.

Sergio Rodriguez 6,5: Chacho che non guarda nemmeno il ferro, attira il raddoppio e scarica senza difficoltà. 8 cioccolatini.

Kaleb Tarczewski 6,5: un paio di falli dei suoi per iniziare, poi sgomita a rimbalzo e firma anche ua schiacciata notevole. Forse il miglior Kaleb stagionale.

Paul Biligha 6: trova minuti per via dei falli di Kaleb e Hines, non sfigura.

Shavon Shields 7: elegante come sempre, mano morbidissima, il suo arresto e tiro è letale. Quello che era mancato contro il Baskonia.

Jeff Brooks 6,5: il Jeff dei tempi recenti è un giocatore che a Milano mancava. Sporco in difesa e aggressivo in attacco.

Kyle Hines 7: ministro della difesa, generale in campo. Comanda tutto ed è sempre al posto giusto.

Luigi Datome 6,5: silenzioso ma le due triple a inizio partita segnano il match.

Malato di palla a spicchi, Steve Nash come religione di vita. Tifo i Suns perché vincere gli anelli Nba evidentemente non fa per me. Se non vi piacciono le Final Four di Eurolega non vi voglio nemmeno conoscere (quasi cit)