Eurolega: Corrias commenta il punto fantasma in Real-Virtus

179

Giovedì sera la Virtus Bologna ha compiuto un’impresa battendo i fenomeni del Real Madrid al WiZink Center. Nonostante la vittoria, molte polemiche ha suscitato un episodio curioso della gara: al minuto 6:59 del quarto periodo Musa perde la palla, la Virtus parte in contropiede e Cordinier schiaccia a canestro posterizzando Poirier. Da come si evince dal video sottostante, in questi secondi di transizione di Bologna un punto viene assegnato a caso agli spagnoli.

Sul momento, si potrebbe pensare che ci fosse stata una correzione di qualche tipo da parte degli arbitri o dei giudici di gara. Invece no, nessuna correzione: il punto fantasma è stato assegnato erroneamente al Real Madrid. L’Eurolega ha rilasciato un comunicato ieri spiegando che gli ufficiali di campo, in quest’azione, hanno per errore segnato un tiro libero segnato da Dzanan Musa invece di segnare la sua palla persa. La situazione non è stata corretta durante la partita, conclusasi con un erroneo punteggio di 92-95. Il punteggio è, quindi, stato corretto dall’Eurolega in 91-95 così come le statistiche individuali.

Un errore di questo tipo è inammissibile da parte degli ufficiali di campo, così come in generale all’interno di una competizione che è la migliore a livello europeo. Fortunatamente, la gara si è conclusa con un esito positivo per la Virtus. Ma se il Real Madrid avesse vinto di un punto? Se si fosse andati ai supplementari? La gara sarebbe stata da ripetere? A commentare l’episodio e rispondere alle nostre domande è intervenuto l’esperto della nostra chat premium Silvio Corrias, ex arbitro professionista.

Se l’errore avesse influito su risultato avrebbero ripetuto la partita, è già successo! In Eurolega ci sono un gruppo di persone che fanno le statistiche, coadiuvate da segnapunti e cronometristi: tutto quello che succede viene registrato e produce il resoconto della partita. Il referto cartaceo non esiste più! La cosa strana è che l’accompagnatore non si sia accorto. Inoltre, a Madrid i punti sulla barra in tv compaiono un po’ in ritardo rispetto alla realizzazione dei canestri, quindi anche se lo mettono dopo non te ne accorgi.

Tuttavia, come si spiega l’assegnazione di un tiro libero segnato al posto di una palla persa? Soprattutto visto il fatto che chi segna i punti e chi compila le statistiche sono persone diverse.

Credo abbiano tutti un auricolare e si raccontino la partita. Il referto (elettronico) è il risultato di ciò che si dicono e imputano sui computer, almeno questo si capisce da ciò che scrive la compagnia.

Un processo che, in teoria, dovrebbe semplificare la raccolta di statistiche e assegnazione dei punti. Non in questo caso, in cui sembra esserci stato qualche problema (come minimo) di incomprensione.

Statisticamente errori di questo genere sono più unici che rari , ma accadevano anche sui referti cartacei. Tra punti segnati in più o dalla parte sbagliata e dimenticati, oppure la gestione dei falli… ci si potrebbero scrivere dei libri!

I tavoli di EL spesso lasciano a desiderare, ma la company ha piano piano eliminato gli ufficiali di campo tradizionali. Teoricamente, gli errori dovrebbero essere meno perché in sei-sette persone guardano tutti la stessa cosa. Qui si tratta di una dormita collettiva come il tiro libero non tirato degli europei!