Eurolega, F4 preview: road to Colonia, CSKA Mosca

85
CSKA
Fonte: Corriere della Sera

Dopo avervi presentato, con il Barcellona, la grande favorita dell’ultimo atto di questa EuroLeague a Colonia, proseguiamo con le nostre preview, occupandoci degli ancora campioni in carica, ovvero il CSKA Mosca. I russi saranno impegnati nella prima semifinale delle Final Four, quella in programma alla Lanxess Arena questo venerdì alle 18:00, che gli opporrà l’Anadolu Efes.

MOMENTO DI FORMA

A dispetto del finale di regular season, che ci raccontava di un CSKA immerso nell’incertezza, i moscoviti sono adesso paradossalmente la squadra che arriva meglio a queste F4. Sia dentro che fuori dal campo i rossoblu hanno spazzato via ogni dubbio, preoccupandosi di arrivare nel migliore dei modi al week-end più importante della propria stagione. Intanto, il timing con cui è arrivato il rinnovo di Itoudis è stato pressoché perfetto, un’operazione che avrà riportato sicurezza ad un ambiente potenzialmente destabilizzato dall’addio di Mike James, così presumibilmente out da qualsiasi discorso di ritorno alla base.

Poi, sul campo, il CSKA ha dato risposte più che confortanti recentemente. Intanto, non bisogna dimenticare che sono stati l’unica squadra ad evitare la Gara 5 al primo turno, ed anzi, chiudere con uno sweep la serie su un Fener non al 100%, un segnale comunque importante. Poi, hanno dato un possibile grosso boost al proprio morale superando lo Zenit nella serie delle semifinali di VTB League. Un 3-1 perentorio, che vale ancora di più se pensiamo che i ragazzi di Pascual avevano portato il colosso Barça fino alla sfida da dentro o fuori. Hackett e compagni, invece, hanno messo in campo una bella prova di forza, che lascia ben sperare in vista degli ultimi due match della stagione europea. Proprio il nostro connazionale ha inscenato un’ottima prestazione difensiva su Kevin Pangos, da poco inserito nel miglior quintetto dell’ultima Eurolega, durante l’ultimo quarto della Gara 4 poi vinta dai suoi.

I CONFRONTI IN STAGIONE

Come detto, l’avversario che attende il CSKA al venerdì è il temibile Efes di un Ergin Ataman che non resiste mai alla tentazione di dire la sua. Il coach turco ha infatti ribadito la massima concentrazione dei suoi alla sfida in terra tedesca, subito dopo l’ottenuta qualificazione alle finali del campionato turco. La voglia di rivalsa del coach, celebre dalle nostre parti per il ruolo nella vicenda di Torino, oltre che per il suo passato senese, è evidente, visto che c’è voglia di rivincita dopo la sconfitta arrivata nell’ultima finale di Eurolega disputata prima dello stop dello scorso anno. Si tratta infatti di un rematch di lusso, che è il confronto tra le due formazioni più rilevante a livello storico. Nel frattempo, le due squadre ovviamente sono cambiate moltissimo, anche nel corso di questa stessa stagione, infatti i due precedenti stagionali sono quanto di meno affidabile a cui far riferimento. Lo attestano anche i punteggi analoghi e opposti in un senso e nell’altro: all’andata in RS finì 100-65 per il CSKA padrone di casa, a campi invertiti si è invertito anche il vincitore, con risultato non troppo distante: 100-75 per l’Efes. Sarà tendenzialmente una terza sfida che non avrà nulla a che vedere con le altre due, considerando che i due match citati risalivano ai due periodi bui delle squadre effettivamente perdenti.