Eurolega: non basta Leday, Shields trascina l’Olimpia Milano, le pagelle

599

Partita di fuoco a Belgrado dove l’Olimpia Milano vince 80-75 in rimonta contro un Partizan molto fisico. I padroni di casa iniziano dominando con la fisicità di Lessort mentre Milano è tramortita dalle veloci transizioni bianconere.
Hines va in sofferenze e ci prova Davies a caricarsi la squadra sulle spalle, ma Leday è in giornata magica e segna da fuori a ripetizioni.
Davies alza il tasso difensivo e Shields si presenta tirato a lucido nel secondo tempo e l’Olimpia ricuce nonostante tante difficoltà in costruzione di gioco. Il finale è rovente con l’Olimpia Milano che chiude la difesa trovando poi l’appoggio decisivo di Kevin Pangos

PARTIZAN BELGRADO

Leday 8: la serata dell’ex, micidiale dall’arco ma anche in avvicinamento. Ci teneva.

Punter 6: non punge come Leday ma nel primo tempo infila una serie di jolly notevoli.

Papapetrou 6: non preciso dalla lunga ma in campo fa spesso la scelta corretta

Exum 5: ha dei lampi incredibili ma ci sono troppe perse e troppi errori dal campo.

Nunnally 5: riesce spesso a compiere il gesto più sbagliato possibile. Non era facile.

Lessort 7: primo tempo da urlo dove domina (anche grazie a qualche aiuto) poi però Milano adatta la sua difesa e riesce a contenerlo. Incide anche il fatto che per tre volte di fila gliela passano a 3 metri di distanza

Andjusic 6,5: fiammata pazzesca nel primo tempo, fa quasi la differenza.

Madar 6,5: ottima serata al tiro, punti importanti.

OLIMPIA MILANO

Davies 7: finalmente Davies! Fiammate offensive ma soprattutto grande applicazione in difesa dove con i suoi blitz blocca l’attacco serbo.

Thomas 5: una tripla che fa ben sperare poi torna il solito avulso Thomas

Pangos 6: mezzo punto solo per il canestro decisivo ma è palese che sia in enorme difficoltà fisica. Non riesce a dettare i suoi ritmi ma gli attributi ci sono tutti.

Tonut 6,5: pochi minuti che valgono un bel voto perchè entrare cosi freddo e cosi concentrato in difesa non è per tutti.

Melli 6: sta vivendo un momento di calo fisico ma in difesa tira sempre fuori il masterpiece.

Baron 6,5: da handler va in enorme difficoltà ma quelle triple permettono a Milano di rimanere in partita

Hall 5,5: difesa su Punter di livello atomico, anche se lui è bravo a segnare comunque. Da handler va in sofferenza fisica.

Shields 7,5: secondo tempo stellare dove torna il vero Shields su entrambi i lati del campo. Deve migliorare certe letture ma è un giocatore totale.

Hines 5,5: soffre terribilmente Lessort ma riesce a smazzare un paio di assist di pura intelligenza cestistica.

Voigtmann 6: fondamentale a rimbalzo con i suoi centimetri. Legge bene le situazioni di peso.