Eurolega: L’Olimpia dura un tempo poi l’Efes dilaga con Clyburn, le pagelle

438

Serata deprimente al forum dove l’Olimpia Milano prima illude poi sprofonda 51-80 contro l’Efes.
Il primo tempo è divertente, l’Olimpia corre la transizione, difende bene e costringe l’Efes a tante palle perse (di distrazione va detto). Melli apre il campo e sembra di buon impatto anche Davies, ma nel secondo tempo crolla tutto.
Clyburn segna a ripetizione e Milano si incarta non segnando letteralmente mai in un terzo quarto da 21-7 che chiude subito la sfida. I biancorossi tirano con percentuali terrificante e sprofondano in quella depressione che ha caratterizzato fin qui l’Euroleague e alla fine al Forum arrivano anche i fischi.

OLIMPIA MILANO

Davies 4: ancora una volta un pesce fuor d’acqua. Inizia bene ma spalla a canestro non è mai pericolo e pasticcia sempre.

Thomas SV

Luwawu-Cabarrot 6: sufficienza di stima per l’intensità ma chiaramente non può incidere troppo.

Mitrou-Long 5,5: ci prova con le sue folate ma tira malissimo e la squadra non gira con lui.

Pangos 4: non ha mai la squadra in mano, non c’è costruzione e subisce ogni cambio difensivo. Segna qualcosa ma non ripaga mai quanto prende dietro.

Melli 6,5: commovente in difesa dove ci mette tutto se stesso contro Clyburn.

Ricci 5: impalpabile.

Hall 5: inizia con la tripla ma poi si perde anche lui

Baldasso SV

Alviti SV

Hines 5: sprazzi di Hines ma subisce troppo con l’andamento della partita.

Voigtmann 4,5: molle molle molle e l’airball da pochi metri è lo specchio della serata

ANADOLU EFES

Beaubois 7: ottima regia, fa girare la palla fino a trovare il vantaggio giusto.

Bryant 6: il compitino, con qualche persa di troppo.

Ilyasoglu SV

Clyburn 9: secondo tempo irreale. Melli difende da Dio su di lui ma segna comunque. Ingestibile

Taylor 6: garbage time di poco impatto

Pleiss 7: nel primo tempo tiene a galla l’Efes con il suo tiro, Milano non trova contromisure.

Micic 6,5: si gestisce e colpisce con un paio di giocate delle sue.

M’Baye 6: poco spazio bravo a rendersi utile.

Polonara 6,5: apre il campo e contribuisce a rimbalzo

Zizic 5: inizia in maniera orribile e Ataman non lo perdona.

Dunston 6: silente, aiuta in difesa.