Eurolega: l’Olimpia Milano di Baron e Davies supera Valencia, le pagelle

457

Terza vittoria in fila per l’Olimpia Milano che supera Valencia 90-79.

I biancorossi provano subito lo strappo con un bel primo tempo firmato Baron-Davies ma un clamoroso Dubljevic (21 nel primo tempo) tiene a galla gli ospiti.
Nel secondo tempo cala Dubi (complici i falli) e sale in cattedra Brandon Davies con una regia tutta sua dal post basso. Ma non c’è mai lo strappo decisivo, fino a che Mitrou-Long e un antisportivo subito da Davies permettono agli uomini di Messina di allungare fino alla vittoria finale

OLIMPIA MILANO

Davies 8: continua i periodo positivo. In difesa latita ma in attacco segna e disegna basket, un playmaker aggiunto ormai.

Thomas 6,5: tolto dalla ghiacciaia porta un buon contributo in termini di atletismo.

Luwawu-Cabarrot 6: molto molto pasticcione ma qualche giocata difensiva e di atletismo salvano la serata.

Mitrou-Long 6,5: creare non è il suo, è palese. Segnare a giochi rotti però si e le sue 4 triple sono un bel tassello nella partita.

Tonut SV

Melli 6,5: partita di sostanza in difesa dove nel secondo tempo argina Dubi.

Baron 9: ancora una volta implacabile dall’arco, lo specchio della rinascita milanese.

Ricci 6,5: quando è chiamato in causa porta sempre la sua giocata di intensità.

Hall 7: in evidente crescita, anche nella gestione del gioco. Crescono le percentuali al tiro.

Baldasso SV

Hines 6,5: tanta difesa e rimbalzi importanti nei momenti decisivi.

Voigtmann SV

VALENCIA

Harper 6,5: crea tanto per i compagni, senza subire troppo fisicamente. Peccato per le percentuali.

Claver 5: non in partita, dieci minuti di scarso impatto.

Puerto 4: partita ampiamente negativa e condizionata dai falli.

Prepelic 6,5: un pericolo costante al tiro e se Valencia rimane in partita è anche merito suo.

Pradilla 5,5: fa il suo, anche se con qualche errore di troppo.

Webb III 5,5: ottimo a rimbalzo ma lo 0/3 da fuori lo condiziona.

Lopez-Arostegui 6,5: buon contributo dalla panchina con le triple

Ferrando 5: nove minuti praticamente di nulla.

Radebaugh 5: 0/4 da fuori che pesa e lo tiene fuori partita.

Dubljevic 8: un primo tempo da dominatore assoluto in ogni aspetto del gioco. Nel secondo tempo crolla però di nervi con i falli e nel finale strappa pure la maglia dalla frustrazione.

Alexander 6: senza infamia e senza lode.

Rivero 6,5: solido con un 8+7 di assoluto livello.