Eurolega: delitto Olimpia, dal +17 vince il Panathinaikos, le pagelle

368
Olimpia Milano
Flickr, Olimpia Milano

Il delitto perfetto! Dopo un primo tempo dominato a 360 gradi, un +17 che sapeva di partita finita, esattamente come all’andata l’Olimpia smette di giocare e permette a un Panathinaikos mediocre e poco voglioso di rimettere in piedi la partita e di vincerla nell’overtime grazie alle triple. E’ davvero una bruttissima sconfitta per l’Olimpia che condiziona in modo gravissimo la corsa ai posti d’onore per i playoff. Finisce 86-83.

Panathinaikos

Mack 6.5: leader nell’overtime domina con canestri e scorribande, rischia di vincerla addirittura nei regolamentari.

Papagiannis 7.5: domina il pitturato e schiaccia nel canestro qualsiasi cosa gli capiti a tiro, Milano non ha forze competenti.

Bochoridis 4: un disastro.

Auguste 5: quattro minuti in campo di sostanziale nulla.

Papapetrou 6.5: prova da capitano, non sempre lucidissimo e pulito però quando serve i suoi canestri arrivano.

Hezonja 7: esce per cinque falli ma guida i suoi nella rimonta e manda la partita all’overtime con un grande canestro.

Nedovic 6: rientro e tre punti in pochi minuti, perlomeno torna a calcare il campo.

White 6.5: la sua tripla nel finale è a dir poco cruciale e anche nell’overtime mette canestri importanti.

Mitoglu 5: poco incisivo sia in attacco che a rimbalzo.

Bentil 7: ottima partita, vicino a canestro domina ogni avversario e non disdegna qualche colpo da fuori.

Saint Roos 5: esce per un brutto colpo in testa, ma prima non aveva fatto granché.

 

Olimpia Milano:

Punter 5: falloso dal campo soprattutto nel secondo tempo e quel libero nel finale che poteva chiudere la partita pesa molto.

LeDay 6: gioca una partita a sprazzi, a volte sembra il vecchio LeDay, altre meno.

Micov 6.5: buona partita che lo fa ritornare indietro nel tempo.

Moraschini s.v.:

Roll 5: non riesce a incidere e poi esce per infortunio.

Rodriguez 5.5: non ci prende davvero mai al tiro, ma nel primo tempo manda a segnare praticamente chiunque.

Tarczewski 6.5: buona prova di voglia e applicazione. Nel primo tempo approfitta della libertà in area in attacco, ma gli manca sempre qualcosa per arpionare i palloni a rimbalzo.

Shields 6.5: difesa e attacco sempre molto buoni, si spende molto e quando marca Hezonja gli concede pochissimo.

Cinciarini s.v.

Brooks 4: undici minuti in campo e praticamente solo falli.

Hines 5: prova impalpabile per lui, non un caso arrivi contro un big man.

Datome 5: i punti finali contano poco, prima è stato dannoso.