Eurolega: L’Olimpia Milano sprofonda a Barcellona, le pagelle

Non c’è partita, l’Olimpia Milano cade pesantemente a Barcellona per 74-56
Inizia bene Brandon Davies ma i blaugrana reagiscono subito con Tobey ma soprattutto con una presenza fisica maggiore che incrina subito l’attacco milanese.
Pangos va in sofferenze e Hall continua il periodo di sfiducia, la transizione del Barcellona sguazza e Satoransky guida i contropiedi che valgono un parziale dal quale gli uomini di Messina non rientreranno mai. La sensazione di impotenza milanese è palpabile ed è delirio al Palau Blaugrana.

BARCELLONA

Da Silva 5,5: garbage time senza infamia e senza lode

Pauli 6: pochi minuti ma solidi.

Sanli 6: sbaglia da fuori ma le letture spesso sono giuste

Vesely 6,5: entra dopo un po’, con una forma non ancora ottimale, ma punisce in fase di pick n roll.

Kalinic 6,5: nel momento della fuga c’è il suo zampino, poi osserva e asseconda la partita.

Satoransky 6,5: fisicamente è incontenibile e quando corre la transizione sono sempre ottimi risultati per il Barcellona.

Laprovittola 6,5: non spinge mai troppo ma segue l’andamento della sfida

Abrines 6,5: punisce da fuori e trova i suoi tiri senza forzare.

Higgins 6,5: decisivo nella fase dello strappo, nonostante non sia ancora il Cory Higgins che conosciamo.

Tobey 7: punisce ogni errore difensivo di Milano e il suo dinamismo è spesso incontenibile.

Jokubaitis 6: qualche lampo ma non convince ancora pienamente.

Nnaji 6: troppi falli inutili e Jasi lo punisce ma nel finale trova delle belle giocate.

OLIMPIA MILANO

Davies 5,5: inizia fortissimo poi si spegne come tutta la squadra. Ma è in crescita.

Thomas 4: ennesima prova avulsa, e le domande iniziano a farsi pesanti.

Pangos 5: il Barcellona lo mangia in difesa e lui non riesce a reagire.

Tonut 4,5: in attacco non riesce a trovare mezza soluzione e in difesa non batte colpo.

Melli 5,5: lotta a rimbalzo ma vive una fase di flessione e non riesce a trascinare la squadra.

Baron 5: incerto con la palla in mano e non trova le uscite dai blocchi contro la forte difesa blaugrana

Ricci SV

Hall 5: legge spesso male la situazione attaccando il ferro con l’area piena. Vive un momento di sfiducia.

Alviti SV

Hines 5: una delle peggiori serata in maglia Olimpia di Hines. Non difende al suo livello e in attacco non punisce.

Datome 4,5: fisicamente impresentabile

Voigtmann 5: si sveglia tardi e subisce tutto il dinamismo dei lunghi blaugrana

 

Dario Destri
Dario Destri
Da un decennio abbondante presenza fissa al seguito dell'Olimpia Milano. Tanta Euroleague con due Final Four nel curriculum. Oltreoceano il cuore batte per i Suns, folgorato in gioventù dalle gesta di Steve Nash. Non chiedetemi di Dragan Bender