Eurolega Olimpia Milano-Real Madrid: le nostre pagelle

0
106
Olimpia Milano
MILAN, ITALY - MARCH 03: (FREE FOR EDITORIAL USE) In this handout image provided by Euroleague Basketball, Riccardo Moraschini, #9 of AX Armani Exchange Milan in action during the 2019/2020 Turkish Airlines EuroLeague Regular Season Round 27 match between AX Armani Exchange Milan and Real Madrid at Mediolanum Forum on March 03, 2020 in Milan, Italy (Photo by Handout/Euroleague Basketball via Getty Images)

Difficile commentare l’ennesima sconfitta in Eurolega dell’Olimpia Milano contro un Real Madrid ridotto all’osso e sprofondato a -17 nel primo tempo. L’Olimpia Milano è anche a +10 sul finire del terzo quarto ma getta tutto alle ortiche un’altra volta. Il Real Madrid passa 78-73.

Le pagelle Eurolega Olimpia Milano-Real Madrid

 

Olimpia Milano

Della Valle 6: entra, prende iniziative e nei pochi minuti in campo produce 5 punti con due falli subiti.

Micov 5.5: lui il suo lo fa, forza male la tripla del potenziale aggancio/sorpasso e gestisce malissimo il finale. Durante il match c’è in attacco…meno in difesa.

Gudaitis 6: si fa valere. Subisce vicino al canestro la presenza di Tavares ma viene cercato e lotta.

Moraschini 7: partita notevole di Ricky, l’unico a esserci e oltre ai punti c’è presenza mentale. Unico neo le cinque perse.

Roll 4: un ectoplasma preoccupante.

Rodriguez 5: voto difficile, perché è in campo con troppi problemi per avere una valutazione credibile.

Tarczewski 5: dopo tante grandi prove arriva un giro a vuoto.

Nedovic 4.5: palle perse in serie nel secondo tempo. Non incide mai.

Crawford 4: due minuti e due falli.

Sykes 5: in trenta minuti è solo la tripla finale a dare una scossa, per il resto prova opaca.

Scola 4: zero punti in dieci minuti e -3 di valutazione. Non parte in quintetto e si capisce perché.

 

Real Madrid

Fernandez 7: quando il Real aveva bisogno di azzannare lui c’è stato. Le sue triple hanno cambiato il match.

Campazzo 6: non moriva dalla voglia di esserci e senza l’animo del competitor il suo gioco perde, ma nel finale le giocate decisive sono sue.

Laprovittola 6.5: per tre quarti ha fatto il Campazzo tenendo in vita i suoi con 13 punti. Prova più che buona.

Reyes 6: quattro punti e tre rimbalzi in sette minuti. È immortale.

Garuba 5: è giovane e vengono messi in mostra tutti i suoi difetti dettati dalla carta d’identità.

Carroll 5: molto coinvolto sui blocchi ma non è la sua serata al tiro e quando manca quello il suo gioco ne risente.

Tavares 7: come sempre ultra dominante nella zona di entrambi i ferri con 11+11 e 24 di valutazione.

Thompkins 6.5: lo strappo del quarto periodo è parte merito suo. Come sempre quando è chiamato in causa risponde.

Taylor 6: senza infamia né lode.

Mejri 5: un’entrata poco fruttuosa.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui