Eurolega: tutte le statistiche, analytics e le migliori squadre fino a oggi

216
analytics

L’Eurolega sta cominciando a carburare dal punto di vista dello spettacolo e delle grandi squadre. Nel nostro podcast abbiamo analizzato a fondo il doppio turno appena conclusosi toccando i temi principali e anche tante cose riguardanti l’extra campo.
Ora è tornato il momento di regalarvi il nostro approfondimento statistico sulla competizione graze ai numeri fornitici da Instat. Andiamo a scoprire quali sono le migliori squadre analytics alla mano, ma soprattutto cerchiamo di andare oltre per capire chi gioca meglio e di più il pick and roll, quali sono i migliori giocatori per singola situazione di gioco e tanto altro.

Di seguito avrete il quadro dal punto di vista statistico per quanto riguarda Euroleague. È un insieme di numeri piuttosto facili da consultare anche per chi non è esattamente un nerd di numeri e tattica. Con questi pezzi vogliamo provare a somministrarvi nel modo più semplice possibile delle analytics che vadano al di là delle solite statistiche, ma che possano darvi un quadro più completo di cosa succede in un campo di pallacanestro senza dover per forza essere dei maestri di tattica. Per chi ne vuole sapere di più ci sono i nostri approfondimenti tecnici e tattici che sicuramente potrete apprezzare.

Clicca sulle immagini per ingrandirle

Statistiche di squadra

Partiamo dalla difesa che notoriamente fa vincere le partite con il Barcellona che è testa e spalle sopra tutti non solo per quanto riguarda le statistiche pure, ma anche per i punti proiettati su 100 possessi che sono l’indicatore più fedele della bontà di una difesa. Anche al capitolo rimbalzi i blaugrana dominano la classifica generale sulla percentuale pur non guidando nessuna delle singole voci, mentre lo Zenit si conferma squadra dalla grande solidità sia interna che di difesa.

Qui invece andiamo ad analizzare da dove arrivano i punti delle squadre con il Barcellona che sfrutta molto i mismatch vicino a canestro, mentre lo Zenit e il CSKA giocano molto più d’isolamenti che potrebbe voler dire sia utilizzare il proprio talento per punire gli avversari, oppure avere una qualità di attacco povera che si chiude con situazioni di uno contro uno.

Molto interessante qui invece vedere dove le squadre vogliono andare a giocare i loro attacchi con il Fenerbahce che guida per i pick and roll conclusi dai palleggiatori, l’Olympiacos con quelli dei lunghi mentre il Khimki crei tanti tiri per le bocche da fuoco sul perimetro. Menzione anche per l’Olimpia, particolarmente efficace su ricezioni e penetrazioni a punire i recuperi della difesa.

Individuali

Nelle prime due immagini vediamo chi sono i migliori per quello che viene chiamato playtype, ovvero i migliori per singolo tipo di azione.

Qui invece un resoconto generale per valutazione Instat (che racchiude tutte le analytics raccolte), che determina i migliori giocatori interni e sul perimetro dal punto di vista numerico.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

*

code