Eurolega WeRef: fallo di Lucic, 4 punti e possesso – Topics arbitrali #15

248

Scritto dove …? Come ci chiedono spesso i nostri lettori. Anche qui c’è una particolarità! Da qualche anno l’articolo del fallo antisportivo ha subito notevoli modifiche, per specificare meglio le situazioni di gioco sempre più complesse, la FIBA ha indicato cinque criteri per sanzionare il fallo antisportivo, ma in effetti associare la giocata di Lucic ad uno dei cinque criteri non è così semplice. Potremmo applicare il primo criterio: un contatto con un avversario senza un tentativo legittimo di giocare la palla nello spirito e nell’intento delle regole. Il braccio alto, agitato da Lucic, è sufficiente a legittimare un tentativo di giocare la palla? Oppure è soltanto un tentativo di distogliere l’attenzione per certificare una legalità apparente?

Negli anni abbiamo appreso che il regolamento è costellato d’eccezioni e specifiche che si intersecano tra gli articoli e le interpretazioni. Anche in questo caso ci viene in soccorso un articolo importante, il numero 33: giocatore in aria. Nelle ultime righe è citato il sesto criterio del fallo antisportivo:

Muoversi sotto un giocatore che sta in aria e provocare un contatto, è normalmente un fallo antisportivo e in determinate circostanze può essere un fallo da espulsione.

In conclusione, se osservate attentamente le immagini, Delaney stacca con i piedi fuori dalla linea da tre punti e ha diritto di atterrare sul terreno in un punto libero al momento del salto. Lucic arriva in ritardo, mentre Delaney è per aria, gli si mette sotto – un piede sulla linea – provocando un contatto falloso pericoloso. La revisione IRS dell’azione ha sicuramente agevolato la decisione arbitrale. Osservare attentamente la posizione di partenza ed arrivo dei giocatori, anche rispetto alle linee del campo, può comunque fornire elementi utili alla valutazione dei contatti.  La somma dei criteri, ha determinato la decisione corretta da parte della terna arbitrale. Il gioco da 4 punti e possesso di palla: il massimo che si possa realizzare!