Eurolega WeRef: troppi errori! Topics arbitrali #7

326

Fenerbahce-Maccabi:

Bender in penetrazione sbatte su Duverioglu, il centro (Nedovic) ben posizionato e competente sulla giocata dall’inizio, fischia correttamente fallo di sfondamento a Bender. Il guida (Lottermoser), Crew Chief, dalla linea di fondo fischia esattamente il contrario. Tecnicamente la chiamata compete al centro e il guida ha scarsa visuale sia sul semicerchio che sulla posizione legale di difesa di Duverioglu. Poche parole al giovane collega e la decisione si trasforma in un errato fallo della difesa! Qui la scelta è deliberata e la brutta figura assicurata.

 

Asvel-Ax Armani:

Cole fronteggiato da Shields, una finta e la partenza il coda (Petek) fischia fallo di Shields. Intanto, pericolosamente a gioco fermo, Tarczewski “termina” Cole ormai sotto canestro! Dall’altro lato il centro (Perez) fa un timido fischio e con la mano destra blocca la segnalazione del compagno mimando la violazione di passi commessa da Cole. Apprezzabile nel replay la correttezza della chiamata di Perez, che nonostante diversi giocatori davanti “azzecca” la chiamata, cancellando di fatto la decisione di Petek.

Concentrazione e comunicazione spesso sono sommarie o addirittura inesistenti, soprattutto ad inizio gara e dopo gli intervalli/sospensioni. Le interruzioni del gioco sono anche un momento per rifiatare ma l’attenzione non si deve spegnere o comunque deve essere riattivata un poco prima di riprendere il gioco. Una maggiore consistenza nelle chiamate e un maggiore rispetto dei compagni ridurrebbe le invasioni di competenza e probabilmente gli errori. In una terna squilibrata aumentano le difficoltà di gestione della partita e diminuisce la qualità delle chiamate! Le indicazioni dei vari dipartimenti arbitrali sono chiare e coerenti, spesso sono gli stessi arbitri a disattenderle con fischi d’istinto o tirati ad indovinare.