Fantasy NBA: chi scegliere (bene) al primo giro, consigli per gli acquisti

111
fantasy NBA

La stagione NBA è ormai alle porte e oltre alla gioia di rivedere in campo i campioni per una stagione che sembra poter partire sotto gli auspici di normalità, questo è anche il momento per ritrovarsi con gli amici, creare la propria lega di fantabasket (o fantasy NBA come dicono quelli bravi) e sfidare a suon di colpi di mercato i vostri amici per una pizza e una birra che riscuotere alle porte della prossima estate.
Noi abbiamo raccolto un po’ di informazioni e previsioni dai più importanti siti americani e vi diamo come prima cosa le top scelte da fare al primo giro con relative analisi. Poi integreremo con i cosiddetti “sleepers” ovvero i colpi che vi faranno vincere per davvero la vostra fantalega.

TOP 3:

Se il sorteggio vi regala la buona sorte di avere una delle prime tre scelte, sicuramente partite avvantaggiati rispetto ai vostri avversari, ma la pressione è tanta perché sbagliare la top pick potrebbe voler dire soccombere. Visto il minor numero di centri dal grande fanta-fatturato, la prima scelta deve passare da Nikola Jokic. Di guardie forti ne potrete trovare anche dopo, infatti in questo tier rientrano anche Steph Curry e James Harden, ma la BDP pick va senza dubbio all’MVP uscente.

Superstar di fatturato e percentuali

Giannis Antetokounmpo, Luka Doncic, Jayson Tatum e Damian Lillard sono quelle stelle che riempiono la loro riga statistica con tanti numeri (soprattutto i primi due), quindi se siete sotto la top 3 (ma nel caso di Giannis e Luka noi li prenderemmo subito dietro al Joker), si fa tappa obbligata qui se volete andare sul sicuro. Prendete Tatum se vi fidate della sua esplosione e su Lillard…beh perché è Lillard.
Dietro di loro arrivano le stelle che segnano con percentuali notevoli e se i tiri sbagliati contano nel calcolo del vostro fanta-voto, sono merce rara e preziosa.
Kevin Durant, Karl-Anthony Towns e Joel Embiid sono il trio che vi darà tanto fatturato senza richiedervi un ingente monte tiri con rischio di errori. Siccome esistono tanti modi per calcolare i fantapunti in base alla piattaforma che può essere NBA.com, ESPN, Hoops.Sports, ecc. noi vi diamo tutto il ventaglio di soluzioni possibili.

Stelle con pochi punti deboli e big men

Trae Young, Kyrie Irving, Paul George e Jimmy Butler sono stelle che possono portarvi tanti punti, anche con costanza, ma che potrebbero anche lasciare per strada qualche buco di partita o di brevi periodi di slump. Tre di questi sono fantapunti abbastanza sicuri, mentre per Kyrie Irving c’è l’incognita della questione vaccino e partite saltate. Possibile che la guardia dei Nets scenda molto nelle pick se non risolverà la questione. Magari non merita il rischio di un first rounder, ma se dovesse cominciare a scendere il rischio va preso perché potrebbe diventare un game changer.

Bam Adebayo, Domantas Sabonis e Anthony Davis chiudono quello che è un ideale primo giro di un fantasy con tanti partecipanti. Sabonis viene da un’ottima stagione e ci sono tutti i presupposti per un bis in questa, mentre Adebayo farà felici tanti fanta GM, ma forse come tier è ancora un pochino alto, se avete modo di farlo scendere un po’ potrebbe diventare un vero colpo. Infine Anthony Davis è una macchina da punti nel ruolo di ala-centro, ma essendo injury prone e saltando spesso diverse partite è una scelta che al primo turno non mi sento di consigliare soprattutto in fanta draft con tanti partecipanti dove ogni pick ha un grande peso. Di contro se un guru vi garantisse che giocherà tutte le partite, allora non sarebbe da primo giro, ma da top 5. A voi la scelta e a prestissimo per i borderline first rounder.