Fenerbahce: qual è la situazione economica?

0
197
Fenerbahce
Fonte: Instagram Fenerbahçe

Le non felici vicende finanziarie del Fenerbahce non sono certo una notizia che arriva dal nulla, né un fatto che non riscontra precedenti passati. Ultimamente, per la precisione, due giorni fa, era uscita una notizia, che ha fatto presto il giro delle maggiori testate europee, di ritardi, di, addirittura, due mesi nei pagamenti ai giocatori. La fonte primaria della news è stata il sito turco Hurriyet, che ha, inoltre, riportato il fatto che i pagamenti dello stipendio di Obradovic siano stati tempestivi e puntuali, ciò avrebbe  dato fastidio ai membri del roster soggetti ai ritardi. In più, questo articolo sottolineava come le carenze economiche riguardassero, in generale, tutta la polisportiva Fener, dunque con difficoltà gestionali riguardanti anche la squadra di calcio e la formazione di pallacanestro femminile, nella quale milita la nostra Cecilia Zandalasini. Come detto, questi guai non sono una novità, bensì abbiamo più di un riscontro risalente alla stagione passata. Nell’estate del 2018, si era parlato di un possibile crac, che avrebbe avuto una portata mediatica clamorosa, visti i 600 milioni di debito accumulati. All’inizio di questa stagione, il presidente ha specificato come il debito si fosse abbassato a 400 milioni, aggiungendo che il settore pallacanestro, sia maschile che femminile, non avrebbe subito alcuna riduzione di budget, essendo il debito delle squadre di basket di circa 8 milioni, una minima parte rispetto al complessivo. È chiaro che, una stagione non semplice dal punto di vista dei risultati e l’annuncio di questo stop a tempo indeterminato, non ha certamente facilitato le operazioni. Con la cessazione di gran parte degli introiti, le complicazioni aumentano esponenzialmente ed è possibile che si decida di tagliare gli stipendi a buona parte dei tesserati. Se dovessi indicare una possibile natura delle difficoltà, probabilmente indicherei come “giorno 0” quando scadde il contratto di sponsorizzazione con l’ex title sponsor, Ulker, tuttavia è solamente una mia supposizione, visto che il Fener, accompagnato dal nuovo sponsor Beko, ha ottenuto grandissimi risultati proprio nel periodo successivo. Invece, un dubbio che sorge spontaneo è che queste grane societarie non abbiano influito sull’andamento della squadra in questa annata.

La smentita

Mentre in moltissimi si facevano delle domande come quelle di appena sopra, è arrivata la smentita ufficiale da parte di un pesante componente della società di Istanbul. Semih Ozsoy, vice presidente del Fenerbahce, ha rilasciato delle dichiarazioni decise ai microfoni di Eurohoops, spegnendo tutti i rumors e riconfermando la fiducia in Zeljko Obradovic.

In primis, ha sottolineato quanto il coach serbo tenga a qualsiasi dettaglio in merito ai suoi giocatori, quindi anche ai pagamenti.

“Come testimone più vicino posso dire che Obradovic ha sempre dato la priorità alla squadra e ai giocatori su tutti i problemi, pagamenti dei salari inclusi. Mi piacerebbe indicare che trovo queste speculazioni molto intenzionali.”

Successivamente, ha rivolto un appello a stampa e tifosi, invitando a non prendere come fonte attendibile certi elementi che vogliono creare caos all’interno dell’ambiente.

“Chiedo ai componenti della stampa che le persone che vogliono creare un’atmosfera negativa nel nostro club non diventino uno strumento per questi pensieri e siate più attenti quando preparate le vostre news, nel processo critico del mondo e del nostro paese. Chiedo ai nostri tifosi di non badare a certe notizie.”

Continuando, ha ribadito, ancora una volta, la dote di unione con la squadra di Obradovic, attribuendo a ciò il segreto del successo del Fener e della carriera dell’allenatore, nel complesso.

“Voglio fare sapere che Zeljko è un coach che agisce sempre insieme al suo team di giocatori. Il più grande segreto di tutto il successo che ha raggiunto è questo impegno stretto e quest’armonia con la sua squadra.”

Infine, dopo aver, di fatto, confermato la fiducia nell’allenatore ex Pana, allontanando le voci che lo volevano lontano dalla panchina gialloblu, ha concluso facendo chiarezza sulla presunta differenziazione di priorità nei versamenti dei pagamenti tra coaching staff e giocatori.

“La definizione di priorità per Obradovic non è mai stata nella nostra agenda dei pagamenti dei salari e i nostri allenatori ricevono i loro stipendi insieme ai giocatori.”

Ozsoy, da seconda voce per importanza nel Fenerbahce, sembrerebbe aver chiuso ogni genere di discussione, sebbene, pur accettando per veritiere queste parole, l’impressione è che i vice campioni i Turchia non navighino nell’oro. Sicuramente qualcos’altro si muoverà nei prossimi giorni, è possibile che, in tutta Europa, si discuterà degli stipendi dei tesserati in questo periodo di fermo e staremo a vedere che posizione prenderà il Fener.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui