Hack a Stat: Backdoor Euroleague Awards

awards

Bentornati su Hack a Stat! Siamo giunti alla conclusione della regular season di Euroleague ed è quindi tempo di premi stagionali. Come fatto per metà stagione, grazie all’ausilio di qualche statistica, andiamo a selezionare i migliori di quest’anno.

Come premi di fine stagione ho deciso di considerare le seguenti categorie:

  • Most Valuable Player
  • Miglior difensore tra gli esterni
  • Miglior difensore tra i lunghi
  • Rising Star
  • Primo e secondo quintetto

Come faccio sempre ho diviso il premio come miglior difensore in due sottocategorie dato che a mio modo di vedere il lavoro difensivo di un esterno e di un lungo sono nettamente differenti.

MOST VALUABLE PLAYER

Per la selezione di questo premio ho preso in considerazione due statistiche “all-in-one”, ovvero statistiche che cercano di convogliare in un unico valore tutti i contributi di un giocatori, siano essi offensivi o difensivi. In particolare, per questa analisi sono il PER e il VORP.

Nella selezione finale ho preso in considerazione Vesely, Higgins e Ayon, tutti e tre autori di un’ottima stagione.
In definitiva il premio l’ho voluto assegnare a Jan Vesely. Conscio del fatto che ha saltato 5 partite, è comunque il giocatore più forte della squadra arrivata prima in regular season, un perno sia offensivo che difensivo per Obradovic. In più in questa stagione ha limato un suo grande difetto: la percentuale al tiro libero. Vesely ha chiuso la stagione con l’82% di media realizzato su circa 4 tentativi a partita.

MIGLIOR DIFENSORE SUGLI ESTERNI

Per quanto riguarda invece il difensore sugli esterni ho considerato Defensive Win Share e Defensive Box Plus Minus, due statistiche che prendono in considerazione la maggior parte dei contributi difensivi di un giocatore.

In questo caso i selezionati all’ambito premio sono Kurbanov, Kane e Hanga. Voi mi direte: e Kalinic? Sappiamo tutti come il serbo sia uno dei migliori difensori sugli esterni non solo del Fener, ma anche di tutta Europa. Tuttavia, i suoi valori statistici sono molto più nella media di quanto si possa attendere e visto che stiamo selezionando i vincitori soprattutto in base a questi dati, Nikola è rimasto fuori dalla selezione.

Senza troppe sorprese assegno il titolo di miglior difensore ad Adam Hanga: non lo consideriamo a caso il miglior difensore sugli esterni d’Europa. Per il Barcelona di Pesic è un elemento fondamentale su ambo i lati del campo, ma è sopratutto in difesa che il coach può gustarsi tutte le doti peculiari di Hanga.

MIGLIOR DIFENSORE TRA I LUNGHI

Per quanto riguarda i rim protector ho utilizzato Defensive Rebound percentage e Block Percentage.

Tavares e le sue lunghissime braccia sono i vincitori di questo trofeo in cui ha battuto le candidature di Melli, Milutinov e Davies. Un assoluto mostro da questo punto di vista.

RISING STAR

Dopo il premio di MVP, i successivi sono stati abbastanza scontati. Non è da meno il Rising Star:

Ho utilizzato la stessa modalità di selezione dell’MVP, considerando però ovviamente solo i giocatori al di sotto della soglia di età. Tra i giocatori sotto i 22 anni è chiaramente Bitadze ad aggiudicarsi il premio. Un predestinato che ha avuto un impatto molto positivo in Europa, seppur fosse la sua prima esperienza di livello. I suoi numeri sono sicuramente più alti di quanto possano essere in realtà per via del minor numero di partite giocate, ma il fatto che sia riuscito ad essere subito pronto ed efficace è una garanzia sul suo rendimento futuro.

PRIMO E SECONDO QUINTETTO

Per questa ultima selezione ho voluto considerare i cinque componenti dei due quintetti in modo da ottenere il più alto valore possibile delle somme di Win Share e VORP.

Non è esattamente l’uso classico che si fa di queste statistiche, ma per questo scopo vanno più che bene. Il primo quintetto è certamente la composizione migliore possibile, mentre per il secondo quintetto le composizioni sarebbero potute essere molte altre, ma ho deciso di premiare Mike James per la stagione giocata, seppur non culminata con l’accesso ai playoff. Sono conscio di lasciar fuori nomi che quest’anno hanno giocato una stagione sensazionale: in particolare volevo “scusarmi” con Micic, Calathes, Ayon e Tavares che rimangono fuori da questa selezione, ma che considero al pari dei giocatori selezionati dei due quintetti.

Per riassumere quindi:

  • Most Valuable Player: Jan Vesely
  • Miglior difensore tra gli esterni: Adam Hanga
  • Miglior difensore tra i lunghi: Walter Tavares
  • Rising Star: Goga Bitadze
  • Primo quintetto: Sloukas; Higgins; Clyburn; Vesely; Milutinov;
  • Secondo quintetto: James; De Colo; Gudoric; Moerman; Poirier;