Hackett: “Proveremo ad entrare nella post-season europea”

118
Hackett
Foto di Savino Paolella

Nel pieno di un mercato estivo che è iniziato con molte incertezze, la Virtus Bologna può contare su una base solida costruita nella passata stagione. Nonostante una seconda metà di annata negativa, ciò che i bianconeri hanno costruito nella prima metà di Eurolega dimostra quanto di buono ci sia su cui lavorare. Questo permette quindi alle Vu Nere di avere comunque fiducia per il futuro e in Luca Banchi, nonostante queste settimane dalla fine del campionato non abbiano portato ancora nessun annuncio. A confermare la fiducia sulle buone possibilità della squadra è stato recentemente Daniel Hackett.

Il playmaker bianconero è intervenuto durante la trasmissione “Guten Morgen Euro” di Sky Sport. Nelle sue dichiarazioni, riportate da Sportando, Hackett ha parlato prima di tutto dell’impresa degli Azzurrini U17 in Turchia, tornati a casa con una incredibile medaglia d’argento. Tra i giocatori italiani che hanno preso parte alla spedizione ad Istanbul, infatti, c’era anche Matteo Accorsi, compagno di squadra proprio di Hackett in Virtus.

La medaglia d’argento dell’U17 rappresenta sicuramente un bel segnale, un qualcosa di importante per il futuro che sicuramente dà speranza.

Hackett ha inoltre toccato brevemente il tema Olimpia, congratulandosi in particolare con il suo compagno di squadra Isaia Cordinier per essere rientrato nel roster finale della Francia che parteciperà alla competizione.

Ho scritto a Isaia, gli ho fatto i complimenti e le congratulazioni per la convocazione in Nazionale.

Hackett ha successivamente parlato delle attese e speranze della Virtus per la nuova stagione, soprattutto di Eurolega. I bianconeri parteciperanno per la terza volta consecutiva alla competizione, segno della solidità posta dalla società Segafredo. Obiettivo? L’ex CSKA afferma che la volontà è quella di tornare a partecipare alla post-season, come accaduto nella scorsa stagione pur fermandosi ai Play-In.

Ci aspetta una bella maratona, un altro anno di EuroLeague per Virtus e Bologna penso sia un fatto di grande onore, gioia e allo stesso tempo di grande sacrificio. Ci attende una stagione lunga, sicuramente siamo consapevoli che ripartiamo da uno spogliatoio solido, dall’entusiasmo dei nostri tifosi, da una società forte ed ambiziosa. Tocca a noi giocatori gestire tutto quanto nel miglior modo possibile, provando ad entrare nella post-season europea. Come abbiamo fatto lo scorso anno, e cercando di fare risultato anche in Campionato.

Proprio per questo, per affrontare una stagione così sfiancante, alla Virtus serviranno nuovi acquisti e forze fresche. Novità che per il momento mancano, ma che sicuramente non tarderanno ancora ad arrivare. Nel frattempo, la Virtus riparte dalle proprie certezze.