Il futuro di Hezonja: Barcellona, Partizan, Panathinaikos o Real Madrid?

201
Hezonja
Foto di Savino Paolella

Credo che la maggior parte dei tifosi e degli allenatori di basket concorderanno sul fatto che Mario Hezonja sia una delle migliori ali in Eurolega. Questa stagione, il giocatore croato ha una media di 22.39 minuti con 14 punti, 53% nei tiri da due punti, 45.3% nei tiri da tre punti e 91.9% ai tiri liberi. Cercherò attraverso questo articolo di fornire alcuni spunti sulla situazione attuale e su quale squadra sembra essere una possibile destinazione per Super Mario al momento.

Real Madrid

Il Real Madrid è il club più potente in Europa e, in seguito alla possibile estensione di Edy Tavares, a Mario Hezonja non sarà offerto un grande aumento di stipendio. Ma non c’è solo questo… Mario ha sempre desiderato avere un ruolo da protagonista e essere la prima opzione per ogni allenatore. Ma in un club come il Real, con giocatori come Deck e Yabusele, la realtà è che non si è mai sentito in questo modo. Quando Mario non si sente importante, allora probabilmente sta già pensando ai suoi prossimi passi… Ecco perché credo fermamente che tornerebbe in NBA solo se gli venisse dato un ruolo importante. Uno scenario che al momento non attira molte possibilità.

Mario sente di non aver mai ricevuto questo riconoscimento dal Real nonostante le sue brillanti prestazioni negli ultimi due anni. Di conseguenza, ha già deciso di lasciare Madrid.

Panathinaikos, Barcellona e Zeliko Obradovic!

Mario non nasconde mai il suo amore speciale per la squadra ateniese. Ha un forte legame con i tifosi ed è molto rispettato lì. Ha già avuto diversi colloqui con il club verde (il Panathinaikos ha cercato di rompere il suo contratto con il Real la scorsa estate) negli ultimi mesi, e ha sempre manifestato interesse nel tornare al Panathinaikos. La sua richiesta iniziale al Panathinaikos era per un contratto di più di 2,5 milioni di euro all’anno. I verdi hanno fatto un passo indietro per rivalutare la situazione e hanno preso la decisione di mettere in pausa la situazione per capire quanto alto possono arrivare.

Non si tratta solo di soldi, perché allo stesso tempo non vogliono disturbare l’equilibrio nello spogliatoio. I verdi credono che Mario sarà un grande aggiunta e si adatterà bene, ma pensano anche che Mario non possa avere uno stipendio più alto di Kostas Sloukas. Allo stesso tempo, il Barcellona ha fatto un’offerta di circa 3 milioni di euro all’anno e la situazione è diventata ancora più complicata… La squadra catalana vorrebbe vedere il giocatore croato tornare a Barcellona, poiché vedono in lui un giocatore che potrebbe cambiare il loro gioco.

Mentre tutto questo è in corso, vale la pena menzionare che Zeliko Obradovic ha già chiesto all’ufficio del Partizan di esplorare la possibilità di avere Mario a Belgrado nella prossima stagione. La loro offerta è di circa 2,3 milioni di euro all’anno e il Partizan sta spingendo il più possibile per portare la stella alla Stark Arena. Obradovic potrebbe utilizzare Mario sia nelle posizioni di 3 che di 4, e ha la ferma convinzione che potrebbe portare la carriera di Mario a un livello ancora più impressionante.

La risposta

Andiamo ora alla domanda da un milione di dollari. Se escludiamo l’NBA per il momento, per quale squadra giocherà Mario nella prossima stagione? Il Barcellona sembra essere in vantaggio al momento e se Mario prendesse una decisione basata solo su criteri finanziari, questa sarebbe la sua prossima destinazione. Il suo cuore appartiene ad Atene, ma non dimentichiamo che i giocatori hanno una carriera molto breve, quindi l’elemento finanziario gioca un ruolo importante nelle loro decisioni. Se Mario andasse ad Atene, lo farebbe con uno stipendio più basso rispetto a quanto gli offriva il mercato.

Zeliko sta cercando di convincerlo ed è sempre una grande sfida e opportunità essere allenati dal miglior allenatore del basket europeo.

Accetti la migliore offerta finanziaria sul tavolo?

Vai alla squadra a cui appartiene il tuo cuore o ti fai allenare dal migliore?

La domanda avrà una risposta poco dopo le Final Four a Berlino…